AstraZeneca, pronti ad attuare immediatamente le disposizioni del commissario Figliuolo. Lopalco: «Agli under 60 verrà somministrato Pfizer o Moderna»

Venerdì 11 Giugno 2021
AstraZeneca, in Puglia somministrate più di 580mila dosi ma nessuna reazione critica. Lopalco: «Se abbandoniamo questo vaccino, la campagna rallenterà»

«Siamo pronti ad attuare immediatamente le disposizioni del commissario Figliuolo su AstraZeneca. Sono circa 37mila le seconde dosi di AstraZeneca programmate per le prossime settimane per cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. Parliamo di un quantitativo assolutamente compatibile con le nostre scorte, questa indicazione del Cts non impatterà dunque sulla nostra campagna vaccinale, gli appuntamenti non subiranno slittamenti».

Queste le parole dell'epidemiologo Pierluigi Lopalco, assessore alla Salute della Regione Puglia, dopo lo stop, annunciato in conferenza stampa dal Commissario straordinario per l'emergenza Covid, alle seconde dosi di Astrazeneca per gli under 60. L'allerta è salita nuovamente oltre la soglia dopo la morte della studentessa di 18 anni in seguito al vaccino con AstraZeneca (dalle prime verifiche è emerso infatti che la giovane soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale).

 

I numeri in Puglia di AZ

 

In Puglia le dosi somministrate con AstraZeneca ad oggi sono 581.513 di cui 445.769 prime dosi e 135.744 seconde dosi e non si sono registrati casi avversi critici. Il 69.55% dei vaccinati attende la seconda dose e c'è una giacenza di circa 100mila dosi.

La Regione non sta usando AstraZeneca per nuove vaccinazioni, lo sta impiegando prevalentemente per i richiami, dovendone fare oltre 300mila. Il siero anglo-svedese è stato utilizzato prioritariamente nella popolazione over 60, tranne nei casi di somministrazione agli operatori scolastici e forze dell'ordine, ma la campagna vaccinale tra i docenti è quasi conclusa.

Ultimo aggiornamento: 22:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA