Diciotti, Salvini: «A bordo tutti illegali. Il Colle? Non lo temo»

Giovedì 23 Agosto 2018
Diciotti, Salvini: «A bordo tutti illegali. Il Colle? Non lo temo»

«Il mio obiettivo è il noway australiano: nessun migrante soccorso in mare mette piede in Australia. Sulla Diciotti sono tutti immigrati illegali. L’Italia non è più il campo profughi d’Europa». E ancora: «Con la mia autorizzazione, dalla Diciotti, non scende nessuno. E se c'è qualche procuratore che mi vuole interrogare, sono pronto domani mattina a spiegare le mie ragioni».
 



È un fiume in piena il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che in un'intervista a Rtl, interviene in merito alla vicenda della nave Diciotti e le indagini della Procura di Agrigento, che ipotizza il reato di sequestro di persona. Il ministro ha anche detto di aver parlato con il premier Giuseppe Conte: «Ieri ho parlato con lui e siamo in perfetta sintonia».

Intanto il Garante delle persone detenute e private della libertà, del quale una delegazione sarà oggi su nave Diciotti su cui da giorni si trovano oltre 170 migranti, è pronto a presentare una comunicazione in procura ad Agrigento qualora rilevasse situazioni che testimonino una violazione dei diritti.

Per l'organismo garante si tratta di un atto dovuto muoversi in questo senso tutte le volte in cui si rilevano condizioni di violenza o trattamento inumano. In questo genere di comunicazione non si riferisce di possibili reati, cosa che spetta alla Procura, ma si fornisce una descrizione di quanto osservato e rilevato per fornire uno strumento di valutazione ai magistrati.


Polemica con Fico. «Con Luigi Di Maio lavoro molto bene. Qualcun altro ha tanto tempo per parlare, penso al presidente della Camera, che ogni tanto dice e fa l'esatto contratto di altri esponenti M5s: è un problema che si risolveranno loro». Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in un'intervista a Rtl.

"Non temo il Colle". «Non temo assolutamente nulla. Ho la coscienza più che a posto. Ieri ho parlato con il presidente Conte, che è persona con cui lavoro benissimo e con cui siamo in perfetta sintonia da due mesi e mezzo». Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha risposto in un'intervista a Rtl al giornalista che gli ha chiesto, in merito alla vicenda della nave Diciotti, se temesse «un intervento del Quirinale, come è già avvenuto in una vicenda analoga alcune settimane fa».

Ultimo aggiornamento: 19:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA