Bruxelles, il bilancio: 32 morti e 250 feriti tra cui 3 funzionari Ue. Un altro cadavere trovato in aeroporto

Bruxelles, il bilancio: 32 morti e 250 feriti tra cui 3 funzionari Ue. Un altro cadavere trovato in aeroporto
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Marzo 2016, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 14:49
Il cadavere di un'altra vittima dell'attentato di ieri è stato trovato oggi all'aeroporto di Bruxelles, nei pressi di Zaventem. Lo riferisce l'agenzia Belga citando «fonti affidabili». Il corpo è stato trovato oggi sotto le rovine di un muro crollato per una delle due esplosioni nella sala partenze dell'aerostazione.

È così di 32 morti e 250 feriti l'ultimo bilancio, ancora provvisorio, del ministro della Sanità belga, degli attacchi terroristici sferrati ieri a Bruxelles, rivendicati dall'Isis. La Farnesina ha comunicato che probabilmente tra le vittime c'è anche un'italiana colpita nell'attacco alla stazione metro di Maelbeek.

Gli attacchi «hanno colpito il cuore dell'Europa» ed hanno provocato il ferimento di «tre funzionari della Commissione europea», che però «continua a lavorare», ha detto la vicepresidente Kristalina Georgieva, con un commosso intervento in apertura del briefing giornaliero dell'esecutivo. Ricordando che la sicurezza delle istituzioni è stata aumentata, Georgieva ha reso noto che «un terzo» del personale ha scelto di lavorare da casa. La vicepresidente della commissione aggiunto che «è il tempo della compassione» e di «restare uniti contro il terrorismo e chi ha distrutto le vite di così tante persone». «La vita deve continuare» ha aggiunto concludendo che «dobbiamo capire che chi cerca di arrivare in Europa fugge dalla stessa gente che ci ha colpiti».

Finora sono tre gli italiani individuati negli ospedali e già dimessi, mentre la ricerca dei connazionali di cui le famiglie non hanno notizie è proseguita anche di notte, con l'aiuto dell'ambasciata italiana. Violentissimo l'attacco all'aeroporto di Zaventem, chiuso anche oggi. Scuole e trasporti, tranne la metro, riaprono.
© RIPRODUZIONE RISERVATA