Torino, adesca minori sul web e le convince a prostituirsi: un arresto

Giovedì 28 Settembre 2017

Un giro di prostituzione minorile via internet e un imprenditore che finisce in manette. È il bilancio di un'inchiesta della procura di Torino, sfociata nell'arresto di un sessantenne residente nella provincia di Alessandria. L'indagato avrebbe preso contatto, via Facebook, con un gruppo di giovanissime studentesse dell'Alessandrino. Sul social si sarebbe presentato come «uomo maturo, facoltoso, brillante e disposto a regali interessanti». In questo modo, avrebbe convinto le minori ad avere rapporti sessuali.

Gli incontri con le ragazze sarebbero avvenuti in alberghi della zona. L'uomo pagava fino a 600 euro in base al tipo di prestazione. Il fascicolo, su cui hanno indagato la polizia di Alessandria e la polizia giudiziaria, è aperto per sfruttamento della prostituzione minorile.

Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 01:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA