Correnti gelide dalla Russia e afa dall'Africa: l'estate che ci aspetta sarà da incubo

Correnti gelide dalla Russia e afa dall'Africa: l'estate che ci aspetta sarà da incubo
Siamo arrivati a metà circa di questa estate 2019 e la cronaca ci ha parlato prima di ondate di caldo storiche (fine giugno) poi di temporali violenti, grandinate eccezionali e tornado (ultimi giorni), una stagione che sembra già essere in difficoltà. Dopo questo periodo fortemente instabile come proseguirà l'estate? È già finita o tornerà il caldo record come a Ggugno? Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che nei prossimi giorni, specie nel corso del weekend, il nostro Paese sarà interessato da correnti instabili in discesa dalla Russia che provocheranno un peggioramento delle condizioni meteo su alcuni settori. Dati i forti contrasti termici e la tanta energia potenziale in gioco saranno possibili ancora una volta violenti temporali in particolare tra Friuli Venezia Giulia, Veneto e Romagna e a seguire Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Dopo questo passaggio fortemente instabile potremmo dire addio al maltempo, insomma il resto del mese di luglio e il mese di agosto come saranno?

LEGGI ANCHE....> Maltempo, allerta meteo al Centro-Nord

Secondo le proiezioni ufficiali sul medio e lungo periodo il prosieguo di luglio e agosto saranno caratterizzati da anomalie nel campo della pressione e delle temperature. Partendo dalle prossime settimane l'Italia verrà ancora interessata da correnti instabili in discesa dal Nord Europa e dall'Atlantico. Infatti altre perturbazioni saranno pronte a colpire il nostro Paese a suon di temporali e grandinate e con temperature che se ne staranno placidamente nella media del periodo o addirittura leggermente sotto di essa. L'alta pressione insomma non sembra avere la forza ad imporsi in modo deciso sul nostro Paese. La redazione del sito www.iLMeteo.it comunica inoltre che «dando uno sguardo sul lungo periodo (agosto) sembrerebbe che l'anticiclone africano possa tornare a ruggire sull'Italia, portando tanto sole e temperature oltre le medie attese in questo periodo anche di 2°C. Toccheremo insomma punte massime fin verso i 36-37°C in diverse località. Ma attenzione perché queste ondate di caldo africano non saranno durature come avvenuto negli anni precedenti, saranno spesso intervallate da passaggi temporaleschi localmente intensi». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 11 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 12-07-2019 14:01
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti