Genova, firmata l'ordinanza per l'emergenza post crollo: 30 milioni per interventi urgenti

Genova, firmata l'ordinanza per l'emergenza post crollo: 30 milioni per interventi urgenti
Via libera all'ordinanza per dare il via (con procedure semplificate) ai 30 milioni di euro per gli interventi urgenti previsti a Genova dopo il crollo del ponte Morandi. Il capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato l'ordinanza per affrontare l'emergenza post crollo. Presenti il presidente della Regione Liguria e neo commissario straordinario per l'emergenza Giovanni Toti, il sindaco Marco Bucci e l'assessore regionale alle Protezione Civile Giacomo Giampedrone.

LEGGI ANCHE Scricchiola un pilone, la Procura: «Siamo pronti all'abbattimento»

«Diamo il via agli interventi finanziati dal Consiglio dei Ministri - sottolinea Borrelli - dal soccorso della popolazione colpita alla viabilità alternativa, dal potenziamento del trasporto pubblico a quello stradale, fino gli interventi di sostegno alla portualità, per reagire a una tragedia che ha avuto un grave impatto sulla città». «È un'ordinanza operativa che ci consentirà di attuare tutti gli interventi urgenti», commenta il governatore Toti. «Oggi abbiamo consegnato le prime case agli sfollati - ricorda il sindaco Bucci - è stata un'emozione sentirsi dire grazie dalle prima famiglie che non si aspettavano una risposta in sei giorni. Tutti hanno fatto bene, un lavoro di alta qualità e in fretta, come l'ordinanza della Protezione Civile». L'assessore Giampedrone evidenzia «la rapidità della risposta dello Stato alla tragedia».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 20 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:21
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti