Dpcm, Salvini mostra la metro C di Roma questa mattina: «Persone ammassate, ma chiudono luoghi sicuri e controllati»

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Silvia Natella
Dpcm, Matteo Salvini mostra la metro C di Roma questa mattina: «Persone ammassate, ma chiudono luoghi sicuri e controllati»

Dpcm, Matteo Salvini mostra la metro C di Roma questa mattina: «Persone ammassate, ma chiudono luoghi sicuri e controllati». Matteo Salvini scatena la polemica con una foto della metro di Roma scattata questa mattina e all'indomani delle decisioni del governo sul mini lockdown da coronavirus. Davanti all'immagine della fermata affollata, il leader della Lega si scaglia contro la scelta di chiudere luoghi sicuri, condannandoli alla crisi definitiva, senza intervenire sui trasporti, considerati più a rischio per il contagio.

 

Leggi anche > Dpcm, la stretta del governo. Ristoranti chiusi alle 18, stop a palestre, cinema e teatri. Lezioni a distanza fino al 100%

 

«Foto di stamattina, metro C di Roma fermata San Giovanni. Un’assurdità. Chiudono luoghi sicuri e controllati come palestre, piscine, cinema e teatri, ma continuano a far ammassare le persone in metropolitana e sugli autobus», scrive Salvini su Twitter. La foto, ripresa da giornali e tg, sta facendo il giro del web alimentando una polemica che dura da giorni. Salvini cavalca l'onda della protesta mostrando l'assembramento in metro con persone che non riescono a mantenere il distanziamento. 

 

 

 

Nel nuovo Dpcm, in vigore da oggi, non ci sono restrizioni sui mezzi di trasporto, mentre vengono chiuse attività che avevano investito durante tutta l'estate per mettersi in sicurezza. Dai ristoratori, costretti a chiudere alle 18, ma anche dai gestori di palestre, piscine e centri benessere, si leva la protesta per queste nuove norme. Pesantemente colpito anche il settore dello spettacolo dal vivo e del cinema. I teatri tornano a chiudere il sipario ed è stato sancito anche lo stop ai concerti. 

Ultimo aggiornamento: 13:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA