Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pasqua, Green pass (base) e mascherine: ecco le regole per viaggiare

Pasqua, le regole per chi viaggia: Green pass (base) su aerei e treni, resta obbligo mascherine
Pasqua, le regole per chi viaggia: Green pass (base) su aerei e treni, resta obbligo mascherine
3 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Aprile 2022, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 00:18

Quasi 8 milioni di italiani, secondo le stime di Confcommercio, sono intenzionati a partire per le vacanze di Pasqua. La maggior parte dei vacanzieri pasquali sceglierà la Regione di residenza, probabilmente per una sola notte.

GLI OBBLIGHI PER CHI VIAGGIA

Se ci si sposta in aereo, in treno, in pullman o in nave non è più necessario essere vaccinati o guariti dal Covid. Basta il Green pass base (ottenibile non solo con il vaccino o guarigione, ma anche con un tampone antigenico negativo valido per 48 ore). E va indossata la mascherina Ffp2 per tutta la durata del tragitto. Regole entrambe valide fino al 30 aprile. Non serve ovviamente nessun certificato verde per viaggiare in auto all’interno della Penisola.

Vacanze, la Grecia abolisce green pass e mascherine al chiuso. Ma solo per l'estate (e dal 1° maggio)

BUS, METRO E TRAM

Chi si muove nelle città d’arte e vuole prendere un mezzo di trasporto pubblico locale non ha bisogno del Green pass. Ma tutti i passeggeri, fino al 30 aprile, devono rispettare l’obbligo della mascherina Ffp2.

 

HOTEL E RISTORANTI

Per accedere agli alberghi e alle altre strutture ricettive come gli agriturismi e bed&breakfast non serve più nessun certificato verde (né super, né base. Accesso libero anche ai ristoranti al loro interno. Se si vuole pranzare o cenare al chiuso in un ristorante nella città in cui si è scelto di visitare serve invece ancora il Green pass base (fino al 30 aprile). Ma per un pasto o un aperitivo in un locale all’aperto non sarà necessario nessun certificato.

NEGOZI E MUSEI

Con l’eccezione di cinema e teatri, per il tempo libero non è obbligatorio più il green pass. Dal 1° aprile infatti l’ingresso nei negozi, nei centri commerciali e nei musei è libero. In quanto luoghi al chiuso, bisogna però indossare ancora la mascherina (basta quella chirurgica).

CINEMA, TEATRI E CONCERTI

Regole più stringenti invece per cinema, teatri e concerti (al chiuso). In questo caso bisogna non solo indossare una mascherina Ffp2, ma anche esibire il Super green pass (vaccinazione o guarigione). Anche in discoteca, dove dal 1° aprile si è tornati alla capienza piena, c’è obbligo di Super green pass. Ma basterà la mascherina chirurgica, da levare solo in pista al momento del ballo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA