Nuovo decreto, check a metà maggio ma a Salvini non basta. E Draghi si infuria

Giovedì 22 Aprile 2021 di Marco Conti
Nuovo decreto, check a metà maggio ma a Salvini non basta. E Draghi si infuria

Lo scontro sull’orario del coprifuoco era annunciato e ha fatto slittare di un’ora il consiglio dei ministri. Tutto è avvenuto in una riunione di capidelegazione molto agitata con i ministri Giorgetti, Gelmini, Patuanelli, Speranza e Franceschini e il sottosegretario Garofoli. Mancava, ovviamente, Matteo Salvini. E così Mario Draghi ha alzato il telefono e ha chiamato il leader della Lega al quale ha provato a ricordare che non era giusto, né...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 09:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA