Campania, la giunta del Senato accoglie il ricorso di Lotito per la mancata elezione. Il presidente della Lazio: «No comment»

Giovedì 24 Settembre 2020
Campania, la giunta del Senato accoglie il ricorso di Lotito per la mancata elezione. Il presidente della Lazio: «No comment»

La Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato ha accolto il ricorso di Claudio Lotito contro l'elezione a Palazzo Madama di Vincenzo Carbone. La giunta, ha spiegato il presidente Maurizio Gasparri, ha deliberato di «proporre al Senato l'annullamento dell'elezione di Carbone nella regione Campania». La parola passa quindi all'Aula di Palazzo Madama. Secondo Lotito, che si era candidato senza venire eletto, quel seggio spetta a lui. In base a quanto si apprende, per l'annullamento dell'elezione di Carbone hanno votato in 12 contro 7. Il senatore Pietro Grasso non ha partecipato al voto. Assenti tre senatori, due del gruppo misto e uno del M5s. «No comment», Claudio Lotito preferisce non sbilanciarsi quando l'Adnkronos gli chiede se è soddisfatto della decisione dell'udienza pubblica della Giunta.

CARBONE: «NON SONO SENATORE ABUSIVO» «Non avrei mai creduto che in questi due anni e mezzo io sarei stato additato da tanti giornali, dalla gente, come il senatore abusivo, come se stessi occupando un posto che non mi competeva. Doverlo spiegare ai propri figli è davvero triste, è una cosa che non auguro a nessuno dei miei colleghi, è davvero la cosa più triste del mondo, sapendo in cuor mio che la Corte di Appello di Napoli ha deciso nel modo giusto, rispettando la norma, altrimenti non sarei qui oggi». Lo ha affermato il senatore Vincenzo Carbone, intervenendo nella seduta pubblica della Giunta delle Elezioni di palazzo Madama, che ha poi deciso di proporre all'Aula l'annullamento della sua elezione, dopo il ricorso presentato da Claudio Lotito per il riconteggio dei voti. Nelle elezioni del 2018 Carbone, dopo il meccanismo delle opzioni, è risultato eletto per Forza Italia nella circoscrizione Campania 3 nella quota proporzionale ed è poi passato con il Gruppo di Italia viva. Lotito era stato invece candidato sempre nella quota proporzionale con Forza Italia nella circoscrizione Campania 1, numero 2 della lista guidata da Sandra Lonardo, moglie di Clemente Mastella, non riuscendo ad essere eletto anche in questo caso una volta esaurito il meccanismo delle opzioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA