Guido Longo, chi è il nuovo commissario alla sanità di Calabria, il super poliziotto che è stato questore a Caserta e a Palermo

Venerdì 27 Novembre 2020
Guido Longo, chi è il nuovo commissario alla sanità di Calabria

Chi è il prefetto Guido Longo? Per oltre 40 anni ha lavorato nell'amministrazione dell'Interno, ricoprendo importanti incarichi come Questore e come Prefetto.

Il prefetto Longo è il nuovo commissario alla sanità in Calabria

Guido Nicolò Longo, 67 anni, catanese, nominato stasera dal Consiglio dei Ministri commissario ad acta per il piano di rientro della Sanità calabrese, vanta una lunga carriera prima come poliziotto e poi come prefetto. Il suo ultimo incarico é stato quello di Prefetto di Vibo Valentia, che ha mantenuto fino al 30 maggio del 2018, giorno in cui é andato in pensione.

Zone arancioni Lombardia, Piemonte e Calabria; gialle Liguria e Sicilia. Toscana resta rossa. Zampa: «A Natale coprifuoco dalle 22»

Ma in precedenza era stato questore di Reggio Calabria, Caserta e Palermo. Ha ottenuto risultati brillanti da questore di Caserta, quando assestò colpi particolarmente significativi al clan dei «casalesi».

Fu Longo, da questore di Caserta, a coordinare le indagini che portarono all'arresto dei latitanti dei Casalesi Antonio Iovine, Michele Zagaria e, soprattutto, del capo assoluto del clan, Francesco Schiavone, detto «Sandokan». Quindi la promozione a Prefetto e la sua nomina a Vibo Valentia, dove é rimasto per due anni.

Longo è laureato in giurisprudenza e accede alla carriera di Funzionario di Pubblica Sicurezza nel 1978. Nel 1979 vince  il premio “Luigi Calabresi” come migliore allievo della Scuola Superiore di Polizia. È stato a Palermo quando scoppiarono le stragi del ’92, prima alla Squadra Mobile poi come vice capocentro della Dia, poi a Napoli, a Roma al servizio centrale, a Caserta dopo la strage di Castelvolturno, poi nuovamente a Reggio e Palermo. 

Ultimo aggiornamento: 19:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA