Elezioni politiche 2022, le ultime notizie. Letta a Salvini: «La partita è ancora tutta da giocare»

Gli ultimi aggiornamenti in vista del voto del 25 settembre

Elezioni politiche 2022, le ultime notizie. Letta a Salvini: «La partita è ancora tutta da giocare»
Elezioni politiche 2022, le ultime notizie. Letta a Salvini: «La partita è ancora tutta da giocare»
7 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2022, 12:42 - Ultimo aggiornamento: 13:23

Elezioni politiche 2022, le ultime notizie in diretta. Si avvicina il voto del 25 settembre e partiti e coalizioni proseguono nella loro campagna elettorale tra caro prezzi, bollette, proposte (e promesse) e anche nuove iniziative social. Come quella di Berlusconi e Renzi, gli ultimi ad iscriversi su TikTok per raggiungere la platea dei più giovani in vista del voto. Intanto gli ultimi sondaggi confermano il dominio della coalizione di centrodestra, oltre il 47%. In crescita anche il Terzo Polo di Calenda-Renzi e il M5S. 

Elezioni politiche, la diretta

Ore 13.20 - Letta: il 18 grande evento in Lombardia

«Domenica 18 settembre faremo una grande iniziativa con tutti i sindaci che si svolgerà in Lombardia»: il segretario del Pd Enrico Letta lo ha detto al suo arrivo a PizzAut, pizzeria in cui lavorano ragazzi autistici a Cassina De Pecchi, nel Milanese, invitando anche l'ideatore Nico Acampora all'appuntamento, che si potrebbe svolgere a Monza. Il 18 è lo stesso giorno della manifestazione della Lega a Pontida, ma ai giornalisti Letta ha detto che la grande iniziativa con tutti i sindaci non sarà una antiPontida. «È Pontida - ha aggiunto - ad essere contro di noi».

Ore 13.15 - Conte: parlando di voto utile Letta costruisce un inganno

«Non abbiamo accettato ammucchiate con chiunque pur di presentarci con un cartello elettorale». Lo ha detto il leader del M5S Giuseppe Conte questa mattina a Volturara Appula (Foggia), in riferimento alle dichiarazioni di Letta secondo cui l'unico voto utile per battere la destra è quello dal al Partito democratico. «Letta - ha precisato Conte - vuole costruire un inganno per i cittadini, volendo bipolarizzare questa partita politica e facendo credere che l'unico da votare in alternativa alle ricette insostenibili e inadeguate della destra della Meloni sia lui con il Pd».

Ore 13.00 - Conte: rimonta M5S? Rivedo entusiasmo

«Rimonta M5S nei sondaggi? Adesso non è più tempo di giochi di palazzo o teatrini politici. Adesso è il tempo del confronto con i cittadini, io giro le piazze da Nord a Sud e vedo un rinnovato entusiasmo da parte dei cittadini che riconoscono la nostra coerenza e la nostra forza. Adesso non ci sono più le bugie e quel clamore mediatico che ha distorto completamente la nostra immagine politica». Lo ha detto a Volturara Appula il leader pentastellato Giuseppe Conte.

Ore 12.05 - Lupi: «La nostra lista dà fastidio a molti nel centrodestra»

«Vedo che la lista di Noi Moderati all'interno della coalizione di centrodestra dà fastidio a molti»: lo ha detto il leader di Noi con l'Italia Maurizio Lupi poco prima della presentazione dei candidati di Noi Moderati oggi a Milano. «Per un mese abbiamo avuto la comunicazione che il centrodestra è fatto di tre proposte politiche - ha aggiunto - poi si sono accorti che è fatto di quattro proposte politiche». Insomma «noi non rincorriamo nessuno - ha concluso Lupi - ma vogliamo solo dire che senza di noi non si governa».

Ore 11.55 - Renzi: dagli altri solo promesse, noi unici a fare leggi sui diritti

«Dopo la #18app eccoci sulle unioni civili e i diritti. Gli altri fanno promesse, noi siamo gli unici a fare le leggi». Lo scrive Matteo Renzi postando un nuovo video su TikTok che è un collage di una sua intervista televisiva in cui, da premier, annuncia che verrà posta la fiducia sulle unioni civili. «Una legge che ha cambiato la vita di tante persone che oggi possono costruire un futuro insieme». E il video si conclude con Ivan Scalfarotto che in tv si commuove parlando del suo matrimonio con Federico: «Io porto una fede al dito, non ho una moglie, ma un marito che si chiama Federico e la mia famiglia è uguale alla sua perchè c'è stato Matteo Renzi».

Ore 11.45 - Letta: noi su TikTok ma con serietà

«Il Partito Democratico è su Tik Tok, abbiamo deciso di farlo non in modo ridicolo ma in modo serio, perché Tik Tok è una cosa seria: abbiamo deciso di farlo con Alessandro Zan, che ieri ha fatto un'uscita su Tik Tok che è stata un successo enorme». Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, uscendo da Palazzo Marino al termine di un incontro con il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Il social, ha continuato Letta, «non è un luogo di cabaret o di varietà: è un luogo in cui si parla con persone, i più giovani, che vogliono sentire degli impegni seri e chiari. Zan sul tema dei diritti e di un'Italia in cui i diritti vengano garantiti è la persona che fisicamente incarna un centrosinistra di progresso e all'avanguardia. Questo per noi vuol dire essere seri, anche nei messaggi che si danno, e non cadere nel varierà e nel ridicolo, perché parliamo di diritti, di drammi e del futuro delle persone, e questa logica di buttare sempre tutto in vacca non ci appartiene».

Ore 11.30 - Letta a Salvini: la partita è tutta da giocare

«Ci sono tre settimane davanti in cui gli indecisi sono al 40%, i giovani non hanno ancora deciso cosa andare a votare, è una partita tutta da giocare». Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, uscendo da Palazzo Marino dopo l'incontro con il sindaco Giuseppe Sala, replicando alle dichiarazioni del leader della Lega, Matteo Salvini, secondo cui il centrodestra stravincerà e 'il Pd sa di perderè. «Come si è visto anche in tante altre elezioni nel nostro paese - ha aggiunto - sono le ultime settimane quelle decisive motivo per il quale le voglio cominciare da Milano accanto a un'esperienza così positiva, come quella di Sala».

 

Ore 10.50 - Salvini: sondaggi? Mi interessano solo le urne

«A questo giro il centrodestra può fare il tutto esaurito. Ovunque sia stato finora, ho sentito grande voglia di cambiamento. La Lega in ogni collegio può vincere, anche in quelli impensabili come Reggio Emilia, Imola e Bologna. Sondaggi? Oroscopi e calciomercato mi interessano poco. Il mio sondaggio sarà in cabina elettorale», ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini stamattina in visita a Reggio Emilia per la campagna elettorale, dove ha fatto una passeggiata nel mercato ambulante in centro storico, concedendosi a foto e selfie. E mentre posa con una coppia di origine africana dice: «Siete i benvenuti, chi viene qui e si comporta bene pagando le tasse è un mio amico. Chi viene a spacciare, no». Poi è entrato in un bar per fare colazione e si è intrattenuto a parlare coi gestori, chiedendo prezzi e costi delle materie prime. «Lavoreremo per voi, perché non potete mettere certo il caffè a due euro». C'è chi gli offre un trancio di erbazzone (tipica torta salata reggiana), ma lui rifiuta: «Ho messo il dietor nel caffè, sono a dieta. Quando vengo qua in Emilia, tra tagliolini, formaggi e tutto il resto, ingrasso e basta. Anche se è tutto squisito». E infine a chi gli fa un in bocca al lupo Salvini risponde: «Crepi il lupo. Posso dirlo? Speriamo che qualche ambientalista non mi denunci...».

«In questo momento l'Italia ha due emergenze prioritarie da risolvere - continua Salvini -. Servono interventi immediati per bloccare gli aumenti di luce e gas, ma anche lo stop all'invio delle cartelle esattoriali della Agenzia delle Entrate. Non voglio vincere le elezioni con un Paese in ginocchio e un milione di disoccupati in più. C'è un Governo ancora in carica, proceda. Come ha fatto la Francia che ha stanziato 30 miliardi subito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA