Decreto rilancio, il presidente Sergio Mattarella ha firmato. Il testo completo

Martedì 19 Maggio 2020

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato ed emanato il decreto legge rilancio, quindi pubblicato in Gazzetta ufficiale. Intanto sale a 266 articoli l'ultima versione del provvedimento. E salgono anche i fondi destinati alle scuole paritarie che saranno in tutto 150 milioni, di cui 65 per il ristoro delle mancate rette per chi fa servizi di asilo nido o per l'infanzia e 70 milioni per le scuole primarie e secondarie per le mancate rette di studenti fino a 16 anni.

QUI IL TESTO CON I 266 ARTICOLI

L’Italia migliore/Non cadiamo nella trappola di chi recrimina

Dl Rilancio, Gualtieri: «In 2-3 giorni bonus a 4 milioni di lavoratori autonomi»
Recovery Fund
Fase 2, Giuseppe Conte: «Saranno mesi duri ma ci impegneremo per aiutare tutti. L'Italia tornerà a correre»
 

Bene il Pacchetto Startup nel Decreto Rilancio. È un intervento qualificante». Lo ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella. «Voglio segnalare quattro misure che rispondono alle esigenze di molte delle oltre 11mila startup italiane. La prima è il rafforzamento degli strumenti finanziari per iniettare liquidità e investire in queste imprese: 100 milioni per il programma Smart and Start di Invitalia e 200 milioni per intervenire insieme ai privati nel capitale delle startup. La seconda sono i contributi per finanziare acquisti di servizi di incubatori e acceleratori e altri soggetti che lavorano per il loro sviluppo. La terza sono sgravi fiscali per favorire l'investimento dei privati nel capitale delle imprese innovative. E c'è infine una riserva di 200 milioni per l'accesso alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia. È un pacchetto importante, che ci allinea a quanto si sta facendo in altri Paesi e che evidenzia quanto le startup siano oramai nella strategia industriale italiana. Un passaggio importante per il nostro futuro d'impresa: c'è e ci sarà sempre più bisogno delle idee e dell'imprenditorialità che c'è dietro queste imprese innovative. Saranno sempre più essenziali per l'Italia, la sia crescita, il suo lavoro. È anche per questi motivi che ringrazio i ministri Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri per il loro continuo sostegno nel realizzare questo obiettivo».

Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 06:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA