Coronavirus, Conte ai leader Ue: «Agire uniti, risposta tardiva sarebbe letale»

Martedì 17 Marzo 2020

«Se procederemo divisi la risposta sarà inefficace e questo ci renderà deboli ed esposti alle reazioni dei mercati». Parola di Giuseppe Conte, che lo ha sottolineato, a quanto si apprende, nel corso della video conferenza con i capi di Stato e di governo del Consiglio Ue, svoltasi questo pomeriggio.

Coronavirus, Aifa: giovedì via ai test farmaco anti-artrite su 330 pazienti
Coronavirus in Lombardia, Gallera: «Numeri dell'emergenza in crescita costante»
​Coronavirus Italia, mappa contagio: 2.989 casi in un giorno: è record. Il 42,6% in isolamento domiciliare

«A una crisi straordinaria, senza precedenti, si risponde con mezzi altrettanto straordinari, mettendo in campo qualsiasi strumento di reazione, secondo la logica 'whatever it takes»', ha aggiunto.  

A quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, il premier Giuseppe Conte «ha invitato tutti a non illudersi che ci potrà essere un Paese membro che potrà rimanere indenne da questo tsunami economico-sociale» e ha invitato «a considerare che il ritardo nella risposta comune sarebbe letale per tutti e per questo irresponsabile».

«Dobbiamo assicurare ai nostri cittadini le cure mediche necessarie e la protezione sociale ed economica di cui
hanno bisogno. Non ci sono alternative», ha chiarito il premier. 

 

Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 01:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA