Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cura Italia, Catalfo: «All'Inps arrivate 4,7 milioni di domande. Tutelati 19 milioni di lavoratori»

Cura Italia, Catalfo: «All'Inps arrivate 4,7 milioni di domande. Tutelati 19 milioni di lavoratori»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Aprile 2020, 15:30

Diciannove milioni di lavoratori tutelati e 4,7 milioni di richieste per le prestazioni Inps previste dal decreto Cura Italia. Sono i dati diffusi dalla ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo nel corso dell'informativa urgente sull'emergenza Covid-19 in Aula alla Camera. «Con il decreto Cura Italia, abbiamo tutelato quasi 19 milioni di lavoratori», spiega Catalfo. 

Coronavirus, Inps: «Bonus di 600 euro in pagamento a 1,8 milioni di lavoratori»
Reddito di cittadinanza, 1,8 milioni di richieste ma ne sono state accolte due terzi

In questa fase «ci si è trovati a dover far fronte ad una emergenza mai conosciuta prima nel mondo del lavoro dovendosi affidare a strumenti normativi e procedurali vetusti, farraginosi, non al passo con i tempi», aggiunge parlato di «un sistema di ammortizzatori che è intendimento prioritario per questo Governo rivedere, migliorare, implementare, ricostruire ma che al momento, vista l'emergenza straordinaria, doveva e deve funzionare subito e al meglio».
 



Le domande per le prestazioni Inps previste dal decreto Cura Italia, pervenute telematicamente fino alle 16 di ieri, sono oltre 4,7 milioni (4.709.097) per più di 8,8 milioni di beneficiari. La ministra ha spiegato che del totale per le indennità da 600 euro le domande sono 4.108.000; per i congedi parentali 205.716; per il bonus baby sitting 47.481; per la cig ordinaria 230.900 domande per 3.200.000 beneficiari; per l'assegno ordinario 117.000 domande per 1.920.000 beneficiari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA