Chi era Richard Benson: dai locali di Roma alla deriva trash: la parabola dell'icona rock anni '90

È morto oggi uno dei personaggi musicali più controversi della scena rock italiana. Aveva 67 anni

Martedì 10 Maggio 2022
Richard Benson, dai locali di Roma alla deriva trash: la parabola dell'icona rock anni '90

«Ha lottato come un leone, ma purtroppo non ce l'ha fatta». Richard Benson si è spento a Roma a 67, dopo una lunga malattia. L'annuncio è stato condiviso tramite le sue pagine social ufficiali dalla famiglia. Solo una settimana fa, prometteva ai fan novità lavorative. Oggi la notizia della morte.

 

Morto Richard Benson, storico chitarrista e personaggio tv: aveva 67 anni. «Ha lottato come un leone»

 

 

Chi era 

Richard Benson è stato uno dei personaggi più controversi del panorama musicale italiano. Non solo per la sua musica e le sue esibizioni pittoresche, nelle quali veniva colpito dagli spettatori con oggetti di qualsiasi tipo. Il mistero sulla sua nascita l'ha accompagnato per tutta la carriera. Il musicista dichiarava di essere nato a Woking e avere dunque origini anglosassoni. Ma a confermarlo c'è solo un passaporto pubblicato sui social del quale non si è mai conosciuta l'autenticità.  

La sua carriera è iniziata negli anni Settanta, quando ha cominciato a farsi notare nei club romani. Ad aiutarlo a mettersi in mostra è la partecipazione nella trasmissione radiofonica "Per voi giovani", ideata da Renzo Arbore. Nonostante i successi musicali non siano mai davvero così dirompenti, riesce a farsi largo in diverse trasmissioni radiofoniche e televisive. Nel 1990 conduce un programma su Radio Rock, mentre negli anni successi comincia un percorso artistico particolare. Si esibisce nei locali a Roma diventando un fenomeno trash, con amplessi simulati e ferite sul corpo. Nel 1992 è apparso nel film di Carlo Verdone Maledetto il giorno in cui ti ho incontrato, facendo un cameo in cui interpreta se stesso.

Nel 1999 pubblica il suo primo album da solista, chiamato Madre tortura. Il 15 settembre 2000 è stato vittima di un incidente, una caduta dal Ponte Sisto a Roma a seguito della quale si è fratturato una gamba. Sull'evento circolano molte narrazioni, tra cui anche il tentato omicidio. La sua carriera continua senza acuti e Benson si guadagna da vivere soprattutto con le sue esibizioni dal vivo e alcune ospitate televisive. Negli ultimi anni della sua vita cade in disgrazia, tanto che sua moglie Ester chiede aiuto economico ai fan. Benson racconta di soffrire di problemi cardiaci e di trovarsi in condizioni economiche precarie.  

A seguito di questo appello, vengono organizzate diverse campagne di crowdfunding per aiutare il musicista, che raggiunge un successo oltre le aspettative, e un concerto chiamato Richard Benson charity Live tenutosi nel dicembre 2016, in cui diverse rock band di Roma si sono esibite per una notte donandogli il ricavato.

Ultimo aggiornamento: 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA