Depp-Heard, giurato racconta il dietro le quinte del processo: «Era impossibile provare empatia per lei»

Depp-Heard, giurato racconta il dietro le quinte del processo: «Era impossibile provare empatia per lei»
Depp-Heard, giurato racconta il dietro le quinte del processo: «Era impossibile provare empatia per lei»
di Riccardo De Palo
4 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 17:43 - Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 09:09

Spunta sui social un uomo che dice di essere uno dei sette giudici che hanno deliberato sul caso Johnny Depp- Amber Heard, a Fairfax, in Virginia, dando ragione all’attore e condannando la sua ex moglie a pagare 10,35 milioni di dollari di danni per diffamazione. L’uomo, in un video su TikTok, afferma che Heard è risultata, all’interno della coppia, la vera manipolatrice, una “gaslighter”. 

@nysterciaworld Johnny Depp vs Amber Heard. A juror speaks out. @user5966617263575 #fyp #foryou #johnnydepptrial #justiceforjohnnydepp #amberheard #johnnydepp ♬ Suspense - ligarmusic

Il presunto giurato, che ha specificato di voler rimanere anonimo (anche le identità degli altri sei suoi colleghi sono state protette dal giudice, anche se sono liberi di commentare il caso)  ha raccontato come, a suo parere, la testimonianza della star di Aquaman sia risultata poco convincente, al contrario di quella di Depp. 

Il racconto del giurato

Il giurato (la cui veridicità non è stato possibile confermare, come ha sottolineato anche il Mail Online) ha ricordato il caso dei sette milioni ricevuti da Depp per l’accordo di divorzio, che lei aveva detto di avere devoluto in beneficenza - circostanza smentita durante il dibattimento. 

L’utente di TikTok ha avuto parole di elogio per la legale di Depp, Camille Vasquez, dicendo che ha fatto “un ottimo lavoro”, e ha criticato la sorella di Heard, Whitney, che ha testimoniato in suo favore: “Sembrava che stesse appoggiando Amber per costrizione, che fosse stata manipolata da lei. Sembrava che non volesse neppure essere lì”. 

Nessuno della giuria ha espresso “odio” nei confronti dell’attrice, ma “è risultato impossibile  provare empatia per lei”.

 

Nel video il giurato ha detto di aver voluto parlare subito dopo il verdetto, alla fine di sei settimane di dibattimento. “Voglio rimanere anonimo, ma anche condividere alcune considerazioni riguardo il processo”.  L’uomo ha detto che non era particolarmente informato sul conto dell’attrice texana, 36enne, e sul suo ex marito, 58, prima che il processo civile iniziasse. Questo, in qualche modo, ha contribuito alla sua imparzialità di giudizio, ha precisato.

"Sin dall’inizio - ha detto il giurato nel video - quando Amber Heard stava testimoniando, tutto sembrava così finto, come quando cercava di guardarmi negli occhi, facendomi sentire a disagio, tanto che ho smesso di guardarla, quando rispondeva”. “Ma ho continuato ad ascoltarla, e sembrava che stesse mentendo a tutto spiano”. 

Le critiche ai legali dell'attrice e la compensazione

In un altro video, il giurato si è chiesto come fosse possibile che la legale di Heard, Elaine Bredehoft, “accusasse tutti di non seguire le regole”, mentre a suo parere era chiarissimo che lei fosse dalla parte del torto. “Anche in tutte le registrazioni, non ha mai ammesso di avere fatto alcun male a Depp, e ha continuato così per tutto il processo. Credo che non ammetterebbe mai di avere sbagliato, si porterebbe il suo segreto nella tomba”. 

Un utente di Tik Tok gli ha poi chiesto se lui si fosse basato anche sulla sua personale esperienza, per decidere su questo caso, e lui ha risposto che sì, “lei mi ricordava una mia ex, quando mi manipolava”. 
 

Il giurato ha anche spiegato come si sia arrivati a condannare Depp a pagare due milioni di dollari di danni alla ex moglie. Uno dei legali dell’attore aveva sostenuto che l’attrice aveva messo in disordine apposta l’appartamento, prima che arrivasse la polizia a ispezionarlo, per mettere Depp in difficoltà. “Purtroppo, questo non è stato possibile provarlo, e abbiamo dovuto riconoscerlo colpevole di diffamazione”. 

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA