Diana Del Bufalo: «Non sono una no vax. Io cacciata da Lol? E' una fake news»

Venerdì 14 Gennaio 2022 di Ilaria Ravarino

Sarà in scena da mercoledì prossimo al teatro Brancaccio con Sette Spose per Sette Fratelli, tratto dal celebre film di Stanley Donan, con cui si misura per la prima volta con il genere del musical, cantando e ballando con il collega Marco Bazzoni sulle musiche dell’orchestra diretta dal maestro Peppe Vessicchio. Romana, 31 anni, carattere indomabile che la mette spesso nei guai (l’ultima polemica: la scelta di non vaccinarsi), Diana Del Bufalo sarà presto anche nel cast della prossima stagione di LOL, il programma comico rivelazione di Amazon prime Video.

Che musical vedremo?

«Il taglio sarà leggero e colorato come il film. Forse un pizzico più femminista e moderno. Porterò in scena una donna che prende l’iniziativa, che non cede a lusinghe e si difende dalle molestie: sul palco ho la pistola nel cinturone. Il tutto, naturalmente, in chiave comica».

Diana Del Bufalo, le scuse dopo lo sfogo No vax: «Mi dispiace, faccio 3 tamponi a settimana»

È a suo agio nel musical?

«Sento sempre che farò una figuraccia. Come al solito diranno che faccio tutto, ma che sono mediocre. Quindi abbasso le aspettative: non vedrete Meryl Streep».

Con Peppe Vessicchio come va?

«Benissimo. Io e lui siamo vibrazionalmente compatibili. Entrambi crediamo nelle vibrazioni e ne parliamo spesso, lui è un tipo molto spirituale, uno sciamano. Mi ha fatto sparire il mal di schiena con le mani».

Non è vaccinata: a teatro come fa?

«A teatro facciamo quello che prevede la legge: un tampone ogni 48 ore, vaccinati e non. Non mi sono vaccinata per motivi di salute e non ho molto altro da aggiungere».

 

È una no-vax?

«No. Non sono una no vax».

Allora perché ha voluto dire che non si vaccina?

«Perché sono una persona trasparente e parlo senza filtri. So che questo atteggiamento può generare ripercussioni, a volte anche gravi. Per questa cosa dei vaccini sono stata minacciata di morte».

E perché non denuncia chi la minaccia?

«Vivo abbastanza sui social per sapere che sono solo leoni da tastiera, che alla fine non fanno niente. Dicono cose tremende e basta. Inoltre credo che la libertà di parola sia fondamentale. Ho già chiesto scusa sui social per quello che ho detto sui vaccini, ero arrabbiata».

Si dice che per questo Amazon la vorrebbe tagliare da LOL: è vero? «Ma figuriamoci. Abbiamo già girato tutto, a settembre. È una fake news».

Che può dire della nuova edizione di LOL?

«Che ho adorato il programma e che in effetti starci dentro è complicatissimo. Stai proprio male fisicamente, se non puoi lasciarti andare alla risata. E poi tanti dei comici già li conoscevo, è stata una grande esperienza. Ma non posso parlarne ancora».

Il prossimo passo? «Non ho nessuna ambizione. Dopo il musical ho fatto tutto, magari cambio lavoro. Mi piacciono molto i bambini, mi ascoltano di brutto. Potrei fare qualcosa a livello pedagogico».

La conduzione?

«Per carità, non mi appartiene, non sono brava. Ci ho provato e non è andata (l’ultima volta nel 2020, con Enjoy - Ridere fa bene, ndr). Mi mette agitazione. I conduttori per me sono geni ed eroi».

Era in sala con Sette donne e un mistero: come vede il futuro del cinema? «Io penso che la situazione si risolverà, e che presto torneremo alla normalità. Il cinema non è stare a casa e guardarsi un film sul divano, è un’esperienza magnifica, collettiva, diversa. Ma io so che ne usciremo. Lo vedo, lo sento».

Sempre le vibrazioni?

«No, lo dice la scienza. I contagi stanno salendo, ma la curva prima o poi scenderà».

Come ha cambiato il Covid la sua vita?

«Mi ha insegnato a concentrarmi su ciò che è importante. Borse e vestiti non mi interessano più, sono cose che ho già. Ho riscoperto la gioia di stare a casa, di avere tempo per leggere, di andare da mia nonna a pranzo, di stare con i miei genitori».

Paura non ne ha?

«No, non mi appartiene. Sono fatalista, ho fiducia nel flusso della vita. E sto attenta. Questo è il momento di stare tranquilli, il mio consiglio è di prendere tutte le precauzioni possibili per stare lontani dal virus». I

Incluso vaccinarsi?

«Assolutamente sì. Chi può, si vaccini».

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 22:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA