L'incapacità di dimenticare. La condanna della memoria

Domenica 9 Maggio 2021 di Antonio ERRICO

Quando si dice che questa civiltà ha quasi del tutto rinunciato alla memoria, forse si dice qualcosa di inesatto. Forse sarebbe meno inesatto se si dicesse che la memoria è coerente con le forme di questa civiltà: molteplici, spesso frammentate, continuamente, vertiginosamente mutanti, spesso realmente o apparentemente incoerenti, certamente fluide, provvisorie, certamente complesse. Tutto ha inizio e si conclude molto rapidamente. Si fa...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA