A Lecce un’estate all’insegna dell’arte…sospesa

Dal 21 maggio al Palazzo delle arti ART&CO di Lecce la mostra “Mondi Sospesi” di Emanuele Giannelli e Andrea Terenziani

Contenuto a cura di Piemme Brand Lab in collaborazione con ART&CO MUSEUM

Una mostra, due artisti, infinite personali interpretazioni della loro arte. È ciò che offre “Mondi Sospesi”, la mostra in programma dal 21 maggio al 9 settembre 2022 al Palazzo delle arti ART&CO di Lecce. Lo spazio espositivo al numero 21 di via 47 Reggimento Fanteria ospiterà infatti le opere di Emanuele Giannelli e Andrea Terenziani, celebrati artisti contemporanei, creatori di opere apparentemente lontane tra loro ma legate in realtà dalla capacità di coinvolgere il pubblico nella loro interpretazione. Opere d’arte che esprimono un racconto e che automaticamente spingono chi le osserva a inserirsi in esso, a trovarne una direzione a lasciarsi trasportare.
 

Video


I corpi sospesi di Emanuele Giannelli
Provocatorio l’approccio di Emanuele Giannelli, scultore nato a Roma ma che ha il suo centro creativo in Toscana, a Pietrasanta. Già noto e apprezzato a livello internazionale, Giannelli porta alla mostra di Lecce i suoi corpi sospesi, figure che galleggiano nello spazio con tutta la loro imponente fisicità: un’idea che si origina come raffigurazione della precarietà degli esseri viventi nel mondo contemporaneo ma che, come ogni opera d’arte che si rispetti, si apre a valutazioni e interpretazioni personali da parte di chi all’opera si approccia.

Il dilemma di “Mr Arbitrium”
Un concetto espresso anche da una delle ultime e più apprezzati lavori di Giannelli negli ultimi tempi, il “Mr Arbitrium”, una figura alta più di 5 metri che l’artista ha appoggiato all’Arco della Pace a Milano, dando così l’impressione di un uomo che vuole spostare il monumento. Un’opera imponente, di grande impatto visivo, immediata nella fruizione e al tempo stesso capace di esprimere un dilemma profondo e quanto mai attuale in tempo di guerra, come spiegato dallo stesso Giannelli: “Spazzare via l’edificio simbolo delle istituzioni, della nostra storia, della nostra cultura o sostenere e difendere la nostra storia millenaria, i simboli della cultura dell’Occidente?”. Lo scultore ha voluto riproporre questo dilemma anche a “Mondi Sospesi”, con una versione minore del “Mr Arbitrium”, accompagnata per l’occasione da altre famose serie di Giannelli come “I visionari” e “Korf”.

La materia “libera” di Andrea Terenziani
Viene da Parma invece Andrea Terenziani, l’altro artista protagonista di “Mondi Sospesi”, una personalità che da 20 anni esplora la materialità di varie sostanze ed elementi, tra cui un ruolo speciale occupa la resina. Questo materiale, infatti, permette all’artista di poter plasmare la realtà donandole un’anima e realizzare autentiche metafore visive, il cui significato può essere ricercato liberamente da chiunque si approcci all’opera d’arte. Dare forma a qualcosa di immateriale, immaginario, “libero” in senso concettuale attraverso l’uso di un materiale concreto, terreno e vivo. La resina dopotutto è pur sempre ricavata da esseri viventi, le piante: è questa l’operazione più complessa in cui si lancia Terenziani, autore di opere che diventano automaticamente “libere” e continuamente stimolanti per il pubblico.

In “Mondi Sospesi” Terenziani esporrà per la prima volta a Lecce la sua ultima serie di opere d’arte, basate proprio sulla creazione di mondi immaginari attraverso materiali terreni. La mostra di Lecce rappresenta dunque un’occasione da non perdere per immergersi e scoprire questi mondi, in un gioco che coinvolge lo spettatore stesso, chiamato a utilizzare pensiero e immaginazione per “completare” l’opera dell’artista.
 

 


La presentazione del libro di Andrea Terenziani
Nell’ambito di “Mondi Sospesi” il 21 maggio, alle ore 19, il Palazzo delle arti ART&CO ospiterà anche la presentazione del secondo libro d’arte di Terenziani, edito da Silvana editoriale, all’interno del quale sono raccolti tutti i suoi lavori dal 2018 a oggi. Presente all’evento anche Serena Baccaglini, una delle principali critiche d’arte italiane, che del volume ha scritto la recensione: curatrice e professoressa di Storia dell’Arte, tra le altre sue attività la Baccaglini è stata l’ideatrice e l’organizzatrice del Cartone di Guernica “Guernica, Icona di Pace” in Senato, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Mondi Sospesi”, una mostra da non perdere
Per tutte queste ragioni “Mondi Sospesi” è un appuntamento da non perdere: non capita tutti i giorni di entrare davvero a contatto con l’arte, di recitare una parte attiva nonostante si sia solo fruitori di un’opera, anche in una città traboccante di arte come Lecce.

Per tutte le info vi invitiamo a visitare il sito https://artcogallerie.com/ oppure a contattare direttamente ART&CO Lecce mandando un’email a info@artcogallerie.com
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA