A Lecce per riscoprire le ricchezze e l’arte di un territorio unico

Numerose iniziative per la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico della città

Contenuto a cura di Piemme Brand Lab in collaborazione con ARTWORK COOPERATIVA SOCIALE
Giovedì 4 Agosto 2022, 12:13 - Ultimo agg. : 8 Agosto, 09:02 | 4 Minuti di Lettura

Tornare al significato originario di cultura, quel “coltivare” che indica la formazione e i saperi di un popolo, i valori di una comunità, la bellezza di un territorio. Questa è la vision di Artwork, cooperativa sociale che dal 2019 opera nel territorio pugliese e lavora al servizio di tutte le forme di cultura, impegnandosi a ricercare e coltivare gli aspetti che legano e rendono economicamente sostenibile il binomio cultura e turismo in tutte le sue forme.
 

Diffondere la cultura in tutte le sue forme

In quest’ottica Artwork si propone al pubblico e agli operatori culturali come partner qualificato per la gestione dei beni culturali, offrendo soluzioni innovative per rispondere alle esigenze di un settore - in continua evoluzione - attraverso attività divulgative e di valorizzazione delle ricchezze del territorio, per renderle fruibili, contribuire al loro restauro, curare il decoro e il rispetto dei luoghi e rinforzare l’offerta turistica.

Nell’ottica dell’integrazione tra beni e territorio, tra cultura, turismo ed economia locale, ma anche investendo sulla formazione dei dipendenti, sulle nuove tecnologie, sull’efficienza dei servizi, sulla cura del patrimonio, Artwork punta alla crescita sociale, culturale ed economica della comunità in cui opera, per un turismo di qualità, capace di cogliere e creare opportunità di sviluppo tramite la promozione del patrimonio storico-artistico e della crescita culturale e turistica, che concorrano ad avvicinare all’arte i diversi segmenti di pubblico.

Guidata dalla voglia di diffondere la cultura in tutte le sue declinazioni e dare forma alla cultura del territorio, come sottolineato dal Presidente Paolo Babbo, Artwork punta a valorizzare e rendere fruibile il patrimonio storico-artistico della città di Lecce, ma anche a promuovere la storia, le tradizioni e l'arte locali per creare sviluppo, rendere competitivo il Paese e, al contempo, coltivare sogni e formare la cultura dell’oggi e del domani, creando e garantendo lavoro in un settore come quello culturale che, in un Paese come l’Italia, dovrebbe trainare lo sviluppo.
 

“LecceEcclesiae”, alla scoperta di una Lecce unica

L’attività di Artwork si concretizza in importanti iniziative sul territorio a partire da “LecceEcclesiae – Alla scoperta del Barocco”, itinerario alla scoperta dei più importanti monumenti barocchi di Lecce che nasce in accordo con l’Arcidiocesi di Lecce, e che consente con un unico biglietto di visitare il Duomo e la sua cripta, la Basilica di Santa Croce, la Chiesa di Santa Chiara, la Chiesa di San Matteo, il Palazzo dell’Antico Seminario in piazza Duomo e il suo chiostro, la cappella di San Gregorio e il Museo d’Arte sacra.

Con “LecceEcclesiae” Artwork non solo offre la possibilità di visitare questi luoghi tutti i giorni dalle 9 alle 21 nei mesi da aprile a ottobre, e dalle 9 alle 18 da novembre a marzo, ma si impegna a promuovere i beni di questi luoghi attraverso la professionalità di oltre 30 addetti che, oltre a presidiare la postazione, offrono ai turisti tutte le informazioni di cui hanno bisogno, anche semplicemente attraverso la distribuzione gratuita di brochure multilingua e mappe della città. Non solo: i picchi di affluenza che si registrano nelle chiese, nei periodi turistici, dalle 12.00 alle 17, anche nei giorni più caldi dell’estate, confermano come “LecceEcclesiae” sia un servizio assolutamente gradito ai turisti e fondamentale per l’offerta turistica complessiva della città, che consente tra l’altro all’Arcidiocesi di disporre di ulteriori economie per procedere alla manutenzione ordinaria e a interventi di restauro degli edifici sacri interessati.

 

Artwork, progetti e partnership

Tra le sue attività Artwork propone l’emozionante e suggestivo incontro con “I Misteri di Santa Croce”, percorso immersivo inserito nel progetto “LeccEcclesiae”: un’installazione artistica unica, firmata dal registra Alessandro Valenti, da vivere in un momento esclusivo in cui la Basilica di Santa Croce svela i suoi Misteri, tra silenzi e intermezzi musicali curati da Stefano “Urkuma” De Santis, partendo dal buio per giungere alla luce. E poi “UP!”, per ammirare per la prima volta in assoluto Lecce e il Salento dal punto di vista unico dei 73 metri di altezza del campanile del Duomo, grazie a un ascensore panoramico di nuovissima generazione (e di provata sostenibilità statica ed energetica).

E adesso il nuovissimo progetto “Chiostro di luce”, che consente ai visitatori, dalle 21 a mezzanotte, di ammirare il chiostro dell’antico Seminario di Lecce arricchito da un video mapping che presenta arte, storia, architettura, fede e tradizioni della comunità leccese. L’edificio settecentesco ospita tra l’altro al primo piano il Mudas, il Museo di Arte Sacra: non a caso, il video mapping ha come oggetto le opere d’arte custodite nel Museo, alcune pagine salienti della storia di Lecce nel contesto del Mediterraneo, con un importante richiamo alla vittoria di Lepanto nel 1571, le chiese del circuito LeccEcclesiae e, ovviamente, la festa di sant’Oronzo nell’anno del Giubileo oronziano.

Artwork è partner della Fondazione Apulia Digital Maker nella gestione per la fruizione turistica di Palazzo Vernazza; del FAI nella gestione degli ingressi e delle visite dell’abbazia di Santa Maria di Cerrate; del Comune di Lecce nella gestione estiva 2022 delle Mura Urbiche, aperte gratuitamente al pubblico dal giovedì al sabato in tre turni (18-19-20) fino al 17 settembre.
 

Per conoscere al meglio l’attività di ArtWork, e rimanere aggiornati sulle iniziative in programma, è possibile visitare il sito Internet www.artworkcultura.it