Ulss 4, contagi under 14: 1.700 bimbi in isolamento. Oggi primo vax-day per i giovanissimi

Domenica 26 Dicembre 2021 di Fabrizio Cibin e Alvise Sperandio
Achille e Filippo giocatori della Lafert rugby di San Donà di Piave

SAN DONA' DI PIAVE - Contagi, scuole osservate speciali nel Veneto orientale, dove a differenza dell'Ulss 3 si registrano più casi di contagi tra gli studenti.
Sono infatti ben 1701 i ragazzi (per 89 classi) in età scolastica posti in isolamento a causa delle positività riscontrate; a questi se ne aggiungono altri 58 posti in sorveglianza, ovvero autorizzati a partecipare alle lezioni e a nessun'altra attività extra scolastica. Come riferito dalla direzione generale dell'Ulss4, la maggior parte delle classi poste in isolamento sono delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado, con alunni che hanno una età under 12, fino a pochi giorni fa esclusi dalla vaccinazione anti Covid19. «La situazione dell'andamento epidemico spiega la direttrice del dipartimento di prevenzione, Anna Pupo vede il fronte scolastico pienamente coinvolto: il contagio all'interno delle classi è un fattore di moltiplicazione dei casi poiché i bambini/ragazzi diffondono pi il virus anche ai familiari. Tutto ciò comporta carico di lavoro importante per la presa in carico dei positivi e il contact tracing».


UNDER 14

L'incidenza dell'infezione nella fascia di età 0-14 anni è la più alta nella popolazione che coincide con la fascia d'età di popolazione non ancora vaccinata. «La vaccinazione dei bambini di età 5-11 anni in questa situazione diventa l'azione prioritaria per far fronte alla nuova ondata epidemica. «Invito i genitori dei ragazzi dai 5 agli 11 anni di far loro il più bel regalo per questo Natale: vaccinateli contro il virus e così facendo li proteggerete dal contagio». Previste quattro giornate dedicate alla vaccinazione dei giovanissimi: il 26 dicembre, 2, 8 e 9 gennaio, con la partecipazione dei pediatri del territorio nel ruolo di vaccinatori. E, per sensibilizzare alla vaccinazione, avviata una nuova campagna in collaborazione con Lafert Rugby San Donà. Lo slogan: Placchiamo il viurs insieme: vacciniamoci contro il Covid19 e il vaccino è la nostra cintura di sicurezza: vacciniamoci. Protagonisti due giocatori: Achille, che gioca nell'Under 7,e Filippo della prima squadra.


ULSS 3

Nel territorio dell'altra azienda sanitaria, l'Ulss 3 la partenza delle vaccinazioni per i bambini è stata lenta: circa 2mila, quelle effettuate nella prima settimana (sono partite il 16 dicembre), rispetto a una platea potenziale di 35 mila destinatari. I prenotati sono 6 mila, su un totale di 10 mila slot a disposizione, per cui finora è stato vaccinato o ha già l'appuntamento poco meno di un bambino su quattro. Dall'Ulss 3 Serenissima parte quindi un nuovo appello alle famiglie ad aderire alla profilassi, condiviso dai suoi quattro primari di Pediatria: Paola Cavicchioli per l'ospedale dell'Angelo; Luca Livio per il Civile di Venezia; Massimiliano De Bortoli per Dolo-Mirano; e Andrea Cattarozzi per Chioggia. Citano alcuni dati su cala mondiale 850 mila, i piccoli che si sono ammalati di Covid, con 8.750 ricoverati , parlano di una decisa e rapida diffusione della malattia in età pediatrica e lanciano l'allarme: «Con l'esplosione dei casi nell'infanzia, come si è notato negli ultimi due mesi, possiamo aspettarci un ulteriore aumento di bambini che possono aver bisogno di cure ospedaliere anche intensive. Abbiamo notato la comparsa di una nuova sindrome, la Sindrome infiammatoria multisistemica da Covid, una patologia in cui si assiste a un'infiammazione in contemporanea di diversi organi e distretti del bambino che ne mette a serio rischio la salute».
Secondo i primari «l'arma in più è il vaccino a mNRA che è sicuro e utilissimo perché oltre a proteggerli da una malattia che può presentarsi in forme acute e gravi, senza effetti collaterali gravi, e oltre a proteggerli da sintomi protratti nel tempo, allo stesso tempo difende dall'infezione tutti i componenti familiari, tra cui anche le persone fragili o anziane, ancora più a rischio di malattia severa».
L'Ulss 3 Serenissima ha previsto slot dedicati anche dopodomani, a Santo Stefano, l'ultimo dell'anno e nelle prossime domeniche, al PalaExpo di Marghera, al Civile di Venezia, al Palasport di Dolo e nello spazio Aspo del porto di Chioggia, con un totale di 41 giornate vaccinali dedicate fino al 9 gennaio, organizzate prevalentemente di pomeriggio. «Siamo partiti in collaborazione con i pediatri di famiglia e ora rilanciamo con ulteriori date e opportunità dichiara il direttore generale Edgardo Contato Oltre ai percorsi pensati per i bambini, offriamo orari specifici e una serie di aperture straordinarie a disposizione sul nostro sito internet». Nel frattempo, sul fronte epidemiologico, il bollettino di Azienda zero della Regione ieri ha registrato 835 nuovi contagi in provincia; 7 altri morti, col totale da inizio pandemia saliti a 2.131; gli attualmente positivi sono cresciuti a 11.560; mentre i ricoveri sono scesi di 7 unità rispetto l'altro ieri, 194, con 25 terapie intensive (-1).

 

Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre, 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA