Scuole vecchie e fatiscenti, la Regione Lazio
stanzia oltre 76 milioni per la manutenzione

Mercoledì 11 Febbraio 2015 di Flavia Scicchitano

Basta scuole fatiscenti, pericolanti e inagibili: la Regione stanzia oltre 76,5 milioni di euro per la messa in sicurezza degli istituti scolastici di 340 Comuni del Lazio. Nel territorio regionale i numeri dell'illegalità rasentano quasi la metà degli edifici: «Il 40% delle scuole non è a norma rispetto ai criteri di sicurezza - spiega l'assessore regionale alle Infrastrutture, Fabio Refrigeri - in particolare dal punto di vista antisismico e spesso mancano anche le certificazioni antincendio».

Le risorse sbloccate dalla giunta regionale per il "Programma straordinario di interventi per il recupero e la messa in sicurezza dell'edilizia scolastica” saranno assegnate ai Comuni proprietari degli edifici secondo meccanismi innovativi: il numero di alunni presenti sul territorio di ciascun ente.

Nel dettaglio: 37,5 mln saranno destinati ai 15 municipi di Roma (2,5 mlm per ogni municipio); oltre 12,8 mln ai 253 Comuni tra 1 e 1000 alunni; 8,2 mln ai 15 Comuni tra i 5 mila e i 10 mila; 7,5 mln ai 30 Comuni tra 2 mila e 5 mila; 7,2 mln a 8 Comuni tra i 10 mila e 50 mila; 3,3 mln ai 33 Comuni tra i mille e i 2 mila.

Restano fuori i 38 Comuni privi di popolazione scolastica. In sostanza l'ente dovrà presentare domanda di contributo nei tempi previsti dalla legge con spiegazione dettagliata del progetto (l'appalto può essere richiesto come Unione di Comuni). Solo dopo sarà erogata la somma, per garantire rapidità nella consegna dei lavori.

«È stato uno sforzo immenso ma abbiamo deciso di salvare in bilancio i fondi per la manutenzione delle scuole - ha detto il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti - sperimentando una distribuzione innovativa: ciò garantisce più trasparenza e opere davvero utili a studenti, docenti e struttura scolastica».

Ultimo aggiornamento: 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA