Accordo sulla Grecia, Renzi: «Si è rischiata Grexit»

Lunedì 13 Luglio 2015

Niente trionfalismi o giudizi riduttivi: questo accordo non era scontato. Sono queste le prime parole del premier Matteo Renzi all'uscita dall'Eurosummit che, dopo 17 ore, ha sancito il raggiungimento dell'accordo sulla Grecia.

«È stata una nottata di grande impegno e anche di qualche tensione», ha detto Renzi, in cui è stato raggiunto «un accordo importante che in molti momenti della nottata non è apparso scontato». Renzi ha sottolineato che «Una chiusura sarebbe stata insensata dopo tutto il percorso fatto».

«Credo che costi meno fare un grande investimento sulla crescita che rischiare di dover fare domani un grande investimento sui salvataggi», ha detto ancora il premier, che ha sottolineato come la riunione della notte sia stata molto «accesa» e come il referendum greco abbia «minato la fiducia» in sede europea nei confronti del governo di Atene.

Renzi ha spiegato: «Sono stato deciso nel dire che se vuoi fare un fondo con i beni che vengono dalla Grecia non puoi pensare di metterlo in Lussemburgo perché sarebbe stata un'umiliazione», sottolineando però che «stanotte si è rischiato di avvicinarsi alla Grexit».

Poi Renzi ha sottolineato che «L'Italia deve riprendere un ruolo centrale in Europa».

Ultimo aggiornamento: 10:46