Gli studenti di medicina contro la loro prof:
"Così ci costringe a comprare il suo libro"

Giovedì 4 Febbraio 2016

Lo avevano già segnalato, un anno fa, al Garante degli studenti. E ora, dal momento che nulla sarebbe cambiato, l'esposto è giunto anche al preside della Scuola di Medicina e al presidente del corso di laurea.

Gli studenti di Medicina dell'università di Bari accusano Anna Loiacono, docente di inglese scientifico, di costringerli a comprare il libro di testo da lei scritto attraverso palesi violazioni del regolamento didattico e dello Statuto degli studenti. Come ad esempio, l'assenza del testo dalla disponibilità di prestito bibliotecario Adisu o la richiesta del codice Isbn e della libreria da cui è stato acquistato in sede d'esame. Ma anche ore di lezione extra, non previste dal calendario e rese obbligatorie per l'accesso all'esame, ed esercizi che possono essere svolti solamente da chi possiede il libro.

L'esposto è stato ricevuto dalle autorità dell'ateneo e ora il presidente del corso di laurea, Antonio Moschetta, ha annunciato possibili provvedimenti: «Ne discuteremo con urgenza alla prossima riunione di giunta e una commissione convocherà la docente per avere chiarimenti».

Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 09:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA