Misteriosa strage di pecore: 130 esemplari morti nella periferia di Lecce

Domenica 27 Marzo 2016
La strage delle pecore (foto Maurizio Buttazzo)

Inquietante episodio nella periferia leccese: 130 pecore, un gruppo parte di un gregge più grande, è stato ucciso nel pomeriggio di ieri nelle campagne tra Lecce, Cavallino e Lizzanello, a ridosso della Tangenziale del capoluogo.
Sono ancora poco chiari i motivi della strage.
Ad avvertire dell’accaduto è stato il proprietario dei capi di bestiame. Secondo quanto raccontato dall’uomo, un allevatore di Cavallino, un’auto - suonando il clacson - avrebbe spaventato il gregge che, in preda al panico, avrebbe quindi cercato riparo in un canalone, finendo per cadere da un dislivello di circa sei metri. Nella caduta gli animali avrebbero riscontrato numerose fratture morendo soffocate dal loro peso. 
Ma un altra testimonianza dei pastori parla invece dell'assalto di un branco di cani randagi che avrebbero disperso il gruppo. Parte degli animali sono già stati smaltiti in mattinata dal corpo dei Vigili del Fuoco, con argani e carrucole.
Ma sull'accaduto sono in corso anche le indagini dei carabinieri di Lizzanello, decisi a fare luce sulla dinamica dell'incidente ancora avvolto da molti interrogativi, anche perché a quanto pare al momento gli animali non risulterebbero microchippate.

Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA