Aggredisce la fidanzata: "Dammi la password
di Facebook". Ventenne finisce in manette

Martedì 8 Settembre 2015

NARDO' - Nel pomeriggio di ieri personale della Polizia di Stato è intervenuto in una via del centro di Nardò ed ha tratto in arresto un ventenne per i reati di lesioni, rapina impropria, violenza privata, minacce e danneggiamento aggravato.

I fatti - Poco prima dell'intervento della volante una giovane ragazza, per sfuggire alla violenza del fidanzato, si era rifugiata all’interno degli uffici di una ditta i cui dipendenti erano intervenuti in suo aiuto. I poliziotti hanno accertato che il ragazzo non solo aveva aggredito fisicamente la fidanzata, provocandole delle ecchimosi e contusioni varie, ma che, per sfogare la propria frustrazione, lo stesso aveva gravemente danneggiato il cancello d’ingresso della ditta tentando di sfondarlo con la propria vettura. All’arrivo della volante il ventenne, ancora presente sul posto, continuava nel suo atteggiamento violento minacciando di morte coloro che erano all’interno della struttura.

Dalle dichiarazioni rese ai militari è emerso che tanta violenza era scaturita dal diniego della ragazza di rivelare la password del suo account facebook al giovane che per tutta risposta l'ha colpita al volto e al corpo appropriandosi della sua borsa mentre lei tentava di sfuggirgli. Il ventenne è così finito in manette e, come disposto dal pm della Procura di Lecce Miglietta, è stato condotto agli arresti domiciliari.

Ultimo aggiornamento: 21:01