Maltempo, temperature in rialzo:
ma ancora disagi - Le previsioni

Giovedì 1 Gennaio 2015
ROMA - Fine d'anno all'insegna del gelo e della neve, che hanno mandato in tilt i trasporti e creato disagi specialmente al centro-sud: aeroporti chiusi e treni in ritardo, senz'acqua alcuni quartieri di Napoli. Per oggi è previsto invece un rialzo delle temperature e bel tempo su quasi tutt'Italia.



PREVISIONI



Lazio

Liberate dalla neve le strade principali a Pescosolido, nel frusinate, dove però resta il rischio-ghiaccio per la temperatura finita sotto lo zero. I mezzi spazzaneve

hanno tolto la neve su alcune strade impraticabili e che avevano lasciato isolate numerose famiglie nelle zone più alte del paese, dove stasera ci sono state anche forti raffiche di vento. Termometro sottozero anche a Viticuso e in altri comuni montani. Nella stazione sciistica di Campocatino la colonnina di mercurio già segna - 6, mentre quasi la stessa situazione si registra a Filettino, nel nord della provincia, con oltre 5 gradi sottozero.



Treni

Le Ferrovie confermano la chiusura della linea Avezzano-Roccasecca con la mobilità che verrà

garantita da servizi sostituitivi su autobus. Le Fsi hanno anche annunciato una «riprogrammazione dell'offerta sulla Pescara-Sulmona, dove i treni sono stati ridotti a tutela dell'effettuazione del servizio e della garanzia della mobilità sulla linea». Il piano neve di Fsi «prevede un rinforzo dei presidi di uomini e mezzi, nei punti più critici delle linee e delle stazioni, allo scopo di assicurare la massima assistenza ai viaggiatori; inoltre vengono effettuati treni civetta che, prima della circolazione dei primi treni del mattino, percorrono le linee allo scopo di monitorare le condizioni dell'infrastruttura e di eliminare eventuali criticità (cumuli di neve, stalattiti all'imbocco e all'uscita delle gallerie)».



In mare

A Palermo un traghetto della Tirrenia proveniente da Napoli è rimasto bloccato in rada per un'ora senza riuscire ad attraccare a causa del forte vento. Rimane per ora al largo, a circa 20 miglia dalla costa, la nave di crociera «Norvegian Jeid», che sarebbe dovuta entrare in porto alle 6.30. Intanto, oltre alle Eolie, resta isolata anche Ustica, dove traghetto e aliscafi sono bloccati da 4 giorni.



Al Sud

Capodanno con gelo e bufere di neve sulla Sila e in Aspromonte. Temperature ancora rigide e vento forte un pò in tutta la regione. A creare qualche problema, nella notte di San Silvestro, sono state le raffiche di vento di forte intensità che hanno sradicato alberi e divelto cartelloni. A Taverna, nella Presila catanzarese, in nottata, un pino è caduto per il vento e ha tranciato un cavo della linea elettrica lasciando al buio un intero quartiere nella zona alta del paese.

Già stamattina una squadra di tecnici era al lavoro per ripristinare l'erogazione dell'energia.



Sempre in nottata i vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro, sono intervenuti per liberare la sede stradale da alberi caduti a Chiaravalle Centrale, Lamezia Terme e Sellia Marina. A Reggio Calabria la situazione meteo è in miglioramento dopo l'inusuale nevicata di ieri che ha imbiancato le spiagge di Catona e Gallico senza risparmiare anche il centro storico.



Si torna lentamente alla normalità in Puglia, dove le temperature sono in rialzo. Permangono però situazioni di criticità causate dalla presenza di ghiaccio su vaste aree delle province di Foggia (in particolare Gargano e Subappennino dauno), Bari (soprattutto al confine con la Basilicata e nella zona dei trulli), Bat (Murgia) e Taranto. Su queste

strade è obbligatoria la circolazione con catene o pneumatici invernali. Ultimo aggiornamento: 19:23