Imu, l'Ue bacchetta l'Italia: "Reintrodurla per i redditi alti"

Lunedì 22 Maggio 2017
Imu, l'Ue bacchetta l'Italia: "Reintrodurla per i redditi alti"

Per il 2018 l'Italia dovrà fare uno «sforzo di bilancio sostanzioso», e le politiche dovranno sia «rafforzare la ripresa» che assicurare la sostenibilità dei conti«: lo scrive la Commissione Ue nelle raccomandazioni.





Per questo chiede di »spostare il carico fiscale dai fattori produttivi a tasse meno dannose per la crescita, reintrodurre la tassa sulla prima casa per i redditi elevati, riformare il catasto«.

UE A ITALIA: "RIDURRE TEMPI PROCESSI GIUSTIZIA CIVILE" «Ridurre la lunghezza dei processi della giustizia civile tramite un'efficace gestione dei casi e regole che assicurino la disciplina della procedura». È scritto nelle Raccomandazione della Commissione all'Italia pubblicate oggi. Restando nel campo della giustizia, l'esecutivo chiede anche di «aumentare la lotta contro la corruzione, in particolare rivedendo lo statuto delle limitazioni». Inoltre Bruxelles chiede il «completamento della riforma del pubblico impiego» e di «migliorare l'efficienza delle aziende pubbliche».

PIL IN CRESCITA Nel primo trimestre del 2017 il Pil ha registrato «un ulteriore miglioramento», «consolidando in tal modo la fase di recupero». Così l'Istat nel rapporto sulle prospettive. Ma «la diversa intensità della crescita rispetto a quella dell'area euro costituisce una caratteristica dell'attuale ciclo economico», sottolinea l'Istituto. Tanto che «prendendo come riferimento il primo trimestre del 2015, il livello del Pil italiano è cresciuto dell'1,9% nei primi tre mesi del 2017. Nello stesso periodo il Pil dell'area euro è aumentato del 3,5%».

Ultimo aggiornamento: 12:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA