Arriva la bassa marea: finisce male gita in barca a vela per 8 diportisti

Lunedì 27 Marzo 2017 di Paola Treppo
Il battello pneumatico GcB43 dislocato a Grado

LIGNANO E GRADO - Soccorso in mare della guardia costiera di Monfalcone tra Grado e Lignano che ha tratto in salvo l'equipaggio di due imbarcazioni che erano rimaste incagliate. L'allarme è scattato ieri, domenica 26 marzo, per due imbarcazioni da diporto di 12 e 11 metri. Nel primo caso si è trattato di una barca a vela che aveva a bordo sei persone adulte e che si è andata a incagliare in prossimità del porto di Grado (Gorizia), nel tratto di mare Riva Brioni

Nel secondo caso la banca a vela era governata da due persone e si è incagliata vicino al canale di accesso che conduce al porto di Lignano Sabbiadoro. Ricevute le richieste di soccorso, la sala operativa della capitaneria di porto di Monfalcone ha inviato per entrambi gli interventi il battello pneumatico GcB43 dislocato a Grado, natante ideale per questo genere di soccorso perché in grado di muoversi su fondali bassi, grazie al suo pescaggio molto limitato. 

I diportisti sono stati trasbordati sul gommone e sono sbarcati poi in tutta sicurezza sul molo Mandracchio di Grado e Marina Punta Faro di Lignano. Le due imbarcazioni da diporto sono state poi disincagliate autonomamente dai loro conduttori che hanno atteso le condizioni favorevoli dell'alta marea, sopraggiunta dopo poche ore. Per ogni difficoltà in mare è attivo il Numero Blu 1530 della guardia costiera. 

Ultimo aggiornamento: 19:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA