"Figlio mio, impara a rispettare le donne così
e vivrai sempre felice". Le 5 regole basilari

Martedì 16 Maggio 2017
"Figlio mio, impara a rispettare le donne così e vivrai sempre felice". Le 5 regole basilari
Una blogger australiana, molto popolare tra le mamme, ha conquistato il web con una lettera indirizzata ai figli in un futuro non molto prossimo.

«Questa è per i miei figli, quando saranno grandi, e per tutti i ragazzi che si avvieranno lungo un sentiero come quello riguardante le ragazze. Tutte le donne sono diverse, e non riuscirete mai a capirle, ma se riuscissi a indirizzarvi, anche solo parzialmente, su come affrontare l'onnipotente universo femminile, allora sarò una mamma felice», ha scritto nella premessa Constance Hall.





La lettera si compone di cinque regole basilari, più una conclusione. Vediamo i punti nel dettaglio:

1) Il modo in cui parli delle donne definisce la tua felicità con loro. Che sia una donna con cui sei andato a letto, con cui vorresti andare, con cui sei stato sposato o che hai appena incontrato al pub. Niente conquista una donna come sapere che si parla di lei con rispetto, la gente proverà a convincervi che si tratta solo di 'chiacchiere da maschi', ma non è così. Chiamarla 'grassa', rivelare dettagli intimi o deriderla in qualche modo determinerà sempre la vostra insoddisfazione. Parlatene pure con gli amici, ma col massimo rispetto. Non dovremmo essere costrette a dire 'Immagina se fosse tua sorella', siamo tutte le sorelle di qualcuno.

2) Se siete al mondo è per tante ragioni, ma la principale è che le donne hanno le mestruazioni. Sì, sanguinano dalle loro vagine, ma non è niente di schifoso né terrificante. Anzi, in qualche modo è adorabile. Volete conquistare una vagina? Imparate ad amare tutto il pacchetto. Niente allontana le ragazze come un tipo che non è abbastanza uomo da affrontare le mestruazioni. Comprate loro tamponi o assorbenti e lavate loro le mutandine. Non siate fighette quando avete a che fare con la figa.

3) A proposito di vagine... c'è una cosa che dovete sapere. Le donne hanno bisogno di qualcosa in più rispetto al semplice pene. Siate creativi e fantasiosi, non riducete tutto alla penetrazione perché non le porterà all'orgasmo. 

4) Lottate per la passione delle mamme, perché la loro passione e la loro identità passano in secondo piano nel momento in cui nascete. Mettete la vostra donna davanti a tutto e fatela combattere per il suo diritto in quanto individuo. Non dimenticate né fatele dimenticare chi era prima di incontrarvi, sia che fosse pazza ed estroversa, sia che fosse timida e misteriosa. In un mondo che proverà a convincerla di non combattere prima di tutto per i propri diritti, costringetela ad essere la sua stessa stella. Restate al loro fianco, condividete tutto, rispettate i loro amici, comprate del buon vino e non lasciate che la loro bellezza possa minacciarvi. Non siete padroni di nessuno, siete solo fortunati se scelgono di condividere la loro strada con voi per un po' di tempo. Illuminate quella strada o potreste pentirvene e rimanere soli.

5) Potreste essere costrette a farle andare via. Potreste anche comportarvi da co*****i, arrivando a insultarle, perseguitarle, minacciarle, ma potreste semplicemente scegliere di uscire di scena nel migliore dei modi. Una volta ho respinto un uomo che sorrideva, mi ammiccava, faceva spallucce e semplicemente se ne andò via. Fu l'unica volta in cui respinsi qualcuno pentendomene. Non importa quanto amiate la vostra lei, ha tutto il diritto di andarsene.

La lettera, un vero e proprio insegnamento di vita per gli adolescenti, termina così: «Rispettate questo e rispettate la vostra lei. Amate la vostra mamma, è una cosa che fa impazzire le ragazze. Ma assicuratevi che la vostra lei sappia che è la prima, la numero uno, la vostra stella».
© RIPRODUZIONE RISERVATA