Nadef 2021, aiuti in arrivo per famiglie e lavoratori. Dal Superbonus al lavoro, tutto quello che c'è da sapere

Martedì 5 Ottobre 2021
Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Nadef: più aiuti per gli italiani

Approvata dal Consiglio dei ministri la Nadef, Nota di aggiornamento: un vero e proprio manifesto delle strategie di politica economica che il Governo attuerà nei prossimi mesi, con la successiva legge di bilancio.

 

Leggi anche - La maestra no-vax è uscita dalla terapia intensiva: «Covid terribile, ho avuto paura di morire»

 

La Nadef riporta i nuovi dati e le nuove stime dei conti pubblici, con un focus particolare sugli aiuti economici per i nuclei familiari, e viene solitamente presentata alla Camera e al Senato entro e non oltre il 27 settembre di ogni anno. Date le difficoltà sociali ed economiche causate dai numerosi lockdown, i numeri relativi alla crescita in Italia fanno ben sperare: un + 6% e un deficit di due punti inferiore rispetto alle stime di aprile, che scende quindi dall’11,8% al 9,5%, e un debito che resterà al di sotto del 160%.

Investimenti in aumento di circa il 15% quest'anno e di oltre il 6% il prossimo, dopo il calo del 9,2% nel 2020, come sottolineato da Draghi durante la conferenza di presentazione. Importante anche la proroga del Superbonus 110% per la ristrutturazione edifici, almeno fino al 2023.

 

Leggi anche  - Calabria, positivi al Covid non rispettano la quarantena. Un'anziana 78enne alle Poste con il virus

 

E sulla gestione della pandemia, nell'introduzione alla Nadef si legge: «L'obiettivo che il governo si è dato di vaccinare l'80% della popolazione sopra ai 12 anni con doppia dose sarà conseguito nei prossimi giorni; oltre l'83% degli italiani over 12 ha già ricevuto almeno una dose vaccinale e a più del 6% è già stata somministrata una terza inoculazione di richiamo. A inizio estate si è assistito a una ripresa dei contagi da Covid-19, anche per via della diffusione della variante Delta, più contagiosa. Tuttavia, a settembre la 'quarta ondata' dell'epidemia ha rallentato, e gli ultimi dati indicano meno di 40 contagi alla settimana per 100 mila abitanti».

Riguardo l'aiuto alle famiglie, le misure nella Nadef mirano a stabilire in via definitiva l’assegno unico per i figli e la riforma degli ammortizzatori. In tema disoccupazione, è istituito, presso il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Fondo per il potenziamento delle competenze e la riqualificazione professionale (FPCRP) destinato al finanziamento di progetti formativi per il lavoratori in CIG per più del 30% dell'orario e ai percettori dell'indennità di disoccupazione ordinaria (Naspi).

Inoltre, sono presenti gli obiettivi per tutti i Comuni in materia di asili nido, assistenti sociali e trasporto scolastico per soggetti con disabilità. In particolare, si intende permettere ad almeno il 33% della popolazione di bambini residenti nell’età compresa tra un minimo di tre ad un massimo di 36 mesi, di usufruire nel 2026 del servizio di asili nido su base locale.

In tema di servizi sociali di competenza localmente dei Comuni, invece, nell’ambito della prossima legge di bilancio si intende orientare l’uso del Fondo di solidarietà comunale per i servizi sociali, con lo scopo di introdurre un assistente sociale ogni 6.500 abitanti. Importante sarà anche il potenziamento del trasporto scolastico di studenti disabili.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA