Caivano, un arresto per la morte di Fortuna Loffredo. Il procuratore: «Omertà degli adulti, la svolta grazie ai racconti dei minori»

Venerdì 29 Aprile 2016 di ​Mary liguori

NAPOLI - "È un contesto in cui l'infanzia è violata e la crescita sana dei ragazzi compromessa in maniera seria quella in cui ci siamo imbattuti nel corso delle indagini sull'omicidio della piccola Fortuna": così il procuratore di Napoli Nord, Francesco Greco, durante la conferenza stampa in corso ad Aversa dopo l'arresto per la morte della piccola Fortuna. "Dobbiamo farci carico tutto insieme di questa situazione e tutelare i minori, durante le indagini determinante la collaborazione con tribunale e procura minori".
 

Svolta nelle indagini grazie ai minori, dunque. Il sostituto procuratore Airoma ha sottolineato come "da un lato ci si è imbattuti nell'omertà degli adulti, dall'altro i minori sottratti alle famiglie e inseriti in percorsi di recupero ci hanno fornito informazioni fondamentali a raggiungere una svolta nelle indagini".

Il colonnello Coppola, comandante del reparto di Castello di Cisterna che si è occupato delle indagini ha posto l'attenzione sui gravi caso venuto a Galla sin falla prima fase dell'inchiesta.  "Altre persone sono state arrestate nel corso delle investigazioni, accusate di abusi su altri minori, compreso il primo soccorritore della piccola Fortuna".

Ultimo aggiornamento: 11:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA