Ucraina, l'avanzata russa rallenta: il perché spiegato in una mappa e cosa può succedere ora

La mappa dell'Institute for the Study of War mostra una pausa operativa delle forze russe negli ultimi due giorni

Lunedì 28 Febbraio 2022
Ucraina, l'avanzata russa rallenta: il perchè spiegato in una mappa e cosa può succedere ora

Le forze russe in Ucraina "non stanno facendo i progressi che avevano pianificato". Lo sostiene il ministero della Difesa britannico che ha postato su Twitter un aggiornamento sulla situazione in Ucraina il 28 febbraio. Il rallentamento dell'invasione russa è visibile anche sulle carte diffuse dall'istuto americano di geopolitca Institute for the Study of War, che mostrano come, dopo la prima avanzata tra giovedì 24 febbraio e venerdì 25, le zone sotto controllo russo sono rimaste pressochè le stesse da due giorni. Gli analisti però mettono in guardia dalle facili conclusioni: potrebbe trattarsi di una "pausa operativa" in attesa di rinforzi prima di scagliare una nuova offensiva.

Le difficoltà di Putin: problemi logistici e la resistenza Ucraina

Attualmente la maggiorparte delle truppe di Putin sono ferme a più di 30 km al nord di Kiev. Secondo l'intelligence britannica, il loro avanzamento è rallentato dalle forze ucraine che stanno difendendo l'aeroporto di Hostmel, un obiettivo chiave della strategia russa sin dall'inizio del conflitto. Pesanti combattimenti si registrano nelle città di Chernhiv e Kharkiv, entrambe ancora sotto controllo ucraino. 

Per il ministero della difesa inglese a causare il rallentamento dell'avanzata di Putin sono principalmente "problemi logistici" e la "resistenza ucraina". Inoltre, conclude la nota, nonostante i continui tentativi di nascondere i dettagli del conflitto alla popolazione per la prima volta le forze armate russe hanno dovuto ammettere di aver subito delle perdite. 

 

Nelle prossime ore la russia potrebbe cambiare strategia

Dalle mappe che descrivono la situazione ucraina dal giorno dell'invasione (24 febbraio) è evidente un arresto dell'avanzata russa. Secondo gli analisti dell'Institute for the Study of War, la Russia si sta rendendo conto che la strategia adottata inizialmente, basata su attacchi limitati, va ricalibrata. Il confltto si sta probabilmente mostrando "più grande, più difficile e più lungo" rispetto alle previsioni. Tuttavia le sorti della guerra , scrivono nel report gli analisti Mason Clark, George Barros, and Katya Stepanenko: "potrebbero cambiare rapidamente a favore della Russia se l'esercito russo avesse identificato correttamente i suoi difetti e li avesse affrontati prontamente". Il morale ucraino, riportano gli analisti, rimane tuttavia estremamente alti e "le forze russe dovranno affrontare la sfida di una intensa guerra urbana nei prossimi giorni". 

Di fatto, si legge nell'ultimo report pubblicato dall'agenzia, le forze russe hanno in gran parte condotto una pausa operativa il 26-27 febbraio, sospendendo le operazioni nell'Ucraina nor-ordientale e continuando a condurre attacchi limitati su entrambe le sponde del fume Dnipro e a Kiev. Tuttavia è probabile che "riprenderanno le operazioni offensive e inizieranno a utilizzare un maggiore supporto aereo e di artiglieria nei prossimi giorni." 

 

Ultimo aggiornamento: 23:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA