Taiwan-Cina, sale la tensione: maxi incursione di 30 aerei militari (22 jet da combattimento) di Pechino

In risposta Taiwan ha organizzato una pattuglia aerea da combattimento, ha inviato allarmi radio e ha schierato sistemi missilistici di difesa per tracciare gli aerei militari cinesi

Taiwan-Cina, sale la tensione: maxi incursione di 30 aerei militari (22 jet da combattimento) di Pechino
Taiwan-Cina, sale la tensione: maxi incursione di 30 aerei militari (22 jet da combattimento) di Pechino
3 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Maggio 2022, 17:17 - Ultimo aggiornamento: 23:34

Tra Taiwan e la Cina sale nuovamente la tensione. Sono 30 gli aerei militari cinesi, tra cui 22 jet da combattimento, che hanno fatto un'incursione nell'area di difesa di identificazione (Adiz) di Taiwan, provocando la reazione dell'aeronautica. Dopo le tensioni sulle parole del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sulla difesa di Taipei in caso di attacco cinese, la prova di forza di oggi è la più grande dai 39 aerei del 23 gennaio scorso: potrebbe essere una risposta alla visita della senatrice Usa Tammy Duckworth per «discutere i nostri sforzi bilaterali per promuovere la sicurezza e la prosperità nell'Indo-Pacifico», come ha scritto su Twitter la presidente dell'isola Tsai Ing-wen.

Taiwan, la flotta aerea intercettata

Secondo il Ministero della Difesa Nazionale (MND) di Taiwan si tratterebbe di due aerei di preallarme e controllo KJ-500, quattro aerei di intelligence dei segnali elettronici Y-8, un aereo da guerra elettronica Y-8, un aereo da guerra anti-sottomarino Y-8, sei jet da combattimento Shenyang J-16 , otto jet da combattimento Shenyang J-11, quattro jet da combattimento Chengdu J-10, due jet da combattimento Sukhoi Su-35 e due jet da combattimento Sukhoi SU-30.

La risposta di Taiwan 

In risposta Taiwan ha organizzato una pattuglia aerea da combattimento, ha inviato allarmi radio e ha schierato sistemi missilistici di difesa per tracciare gli aerei militari cinesi, ha affermato l'MND. Il ministero della Difesa di Taiwan pubblica informazioni su questo tipo di voli dal 17 settembre 2020, in mezzo a un numero crescente di intrusioni nell'ADIZ della nazione da parte di aerei militari cinesi. Il numero più alto di incursioni segnalate quest'anno è stato di 39, il 23 gennaio.

 

Pechino, le esercitazioni

Nei giorni scorsi Pechino ha organizzato esercitazioni navali nel mar Cinese meridionale oltre ad aver tenuto «operazioni di tiro» nello stesso specchio d'acqua, nell'ambito di un rinnovativo attivismo delle forze armate dopo le dichiarazioni del presidente Usa Joe Biden sulla difesa di Taiwan in caso di aggressione di Pechino. Le esercitazioni sono arrivate mentre gli Stati Uniti hanno lanciato avvertimenti sulla crescente presenza militare ed economica della Cina in un'area che si estende dal mar Cinese meridionale alle Isole del Pacifico.

La Cina conduce regolarmente esercitazioni simili nelle acque vicino alle sue coste, ma le ultime arrivano mentre Pechino è alle prese con gli avvertimenti di Stati Uniti e alleati occidentali sulle sue ambizioni navali, che secondo i critici sono una testa di ponte per un tentativo più ampio di cambiare l'equilibrio di potere regionale, sicurezza inclusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA