London Bridge, chi è l'assalitore: Usman Khan aveva 26 anni, era in libertà vigilata

Venerdì 29 Novembre 2019
Attacco al London Bridge, chi è il terrorista: ex detenuto, aveva minacciato di far saltare in aria Cambridge

L'assalitore del London Bridge che ha fatto due morti e 8 feriti prima di essere freddato dalla polizia era uscito di prigione un anno fa e subito prima dell'attacco nel cuore di Londra aveva preso parte a una conferenza dell'Università di Cambridge, minacciando di far saltare in aria un edificio. 

Londra, l'eroe misterioso di London Bridge che ha disarmato l'aggressore armato di coltello

Aveva 26 anni. Aveva 26 anni e si chiamava Usman Khan l'attentatore che ieri sul London Bridge ha accoltellato i passanti uccidendone due e ferendone altri tre, prima di essere a sua volta ucciso dalla polizia. Khan era stato rilasciato in libertà vigilata l'anno scorso, dopo aver scontato sei anni per reati di terrorismo.

Parigi, Gare du Nord evacuata: «Trovato ordigno rudimentale in una borsa»

Khan era stato condannato nel 2012 e rilasciato a dicembre 2018 «su licenza», il che significa che avrebbe dovuto soddisfare determinate condizioni o sarebbe tornato in carcere. Diversi media britannici hanno riferito che indossava un braccialetto elettronico alla caviglia. Prima dell'attacco Khan stava partecipando a un evento a Londra ospitato da Learning Together, un'organizzazione con sede a Cambridge che lavora nell'istruzione dei carcerati. L'antiterrorismo britannica afferma che la polizia non sta attivamente cercando altri sospetti. 
 

Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 14:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA