Guerra nucleare, gli Usa rimandano il test del missile Minuteman III: ecco perché

Gli Stati Uniti hanno 500 Minuteman pronti all’interno di appositi silos di lancio nelle basi dislocate in Wyoming, Montana e North Dakota

La mossa del Pentagono: gli Usa rimandano il test del missile Minuteman III
La mossa del Pentagono: gli Usa rimandano il test del missile Minuteman III
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Marzo 2022, 18:20 - Ultimo aggiornamento: 4 Marzo, 17:22

La decisione degli Stati Uniti di rinviare il test del missile Minuteman III è di carattere prettamente strategico. Il portavoce del Pentagono John Kirby ha spiegato che la mossa degli Usa è volta a evitare ogni tipo di «fraintendimenti» con la Russia. A riportarlo è stata la Cnn. «Al fine di dimostrare che non abbiamo nessuna intenzione di avviare azioni che potrebbero essere fraintese o mal interpretate, il segretario alla Difesa ha deciso di posporre il nostro test di tre missili balisitici intercontinentali previsto questa settimana», ha detto Kirby.

Bomba nucleare, quanto ci metterebbe la Russia ad azionarla? Putin, Gerasimov e Shoigu: ecco i tre che hanno i codici e i 10 minuti per sganciarla

ll Minuteman III

Il Minuteman III è un ICBM, cioè un missile balistico intercontinentale in grado di trasportare testate nucleari fino alla distanza di 6000 miglia: è lanciato da terra ed è complementare al missile Trident imbarcato nei sottomarini e alle armi nucleari trasportate dai bombardieri strategici a lungo raggio. Il Minuteman III è contenuto in grandi silos di cemento rinforzati e collegati ai siti di comando. Gli Usa hanno 500 Minuteman pronti all’interno di appositi silos di lancio nelle basi dislocate in Wyoming, Montana e North Dakota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA