Violenza sulle donne, la schermatrice Rossella Fiamingo testimonial della campagna Saugella: «Nessun gesto o parola deve farci sentire sbagliate»

Rossella Fiamingo
Rossella Fiamingo
di Valeria Arnaldi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 12:01 - Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 07:33

Visi di tutte le nazionalità con le bocche serrate, a ricordare i molti - troppi - non detti.

Oppure, a contrasto, un trionfo di parole e frasi per sollecitare la riflessione, incluse alcune delle più comuni “giustificazioni”, che, non di rado, consentono il reiterarsi degli abusi: «Ho sbagliato», «Solo un paio di volte» e altre ancora. Poi, scarpe con il tacco e papaveri, divenuti emblemi della lotta alla violenza contro le donne. E, a fare da trait d’union, il colore rosso, che della battaglia contro la violenza di genere, appunto, si fa vessillo. Sono questi i simboli scelti da Saugella, brand di Mylan – A Viatris Company, per la limited edition “Insieme alle donne” - composta dal detergente intimo Saugella Dermoliquido e da un flacone formato speciale da 150ml in quattro varianti, in collaborazione con D.i.Re - Donne in Rete contro la violenza - per essere concretamente, “intimamente unite”, al fianco delle vittime. Un messaggio forte: le grafiche sui flaconi, nella loro immediatezza, mirano a un’azione efficace e diffusa, in termini di sensibilizzazione. E un impegno importante: il progetto donerà sedici “Contributi Autonomia” per aiutare le donne vittime di violenza nel loro «nuovo inizio», ossia a ricostruirsi una vita, a partire proprio dall’indipendenza economica, quando hanno deciso di affrontare il percorso per liberarsi dai maltrattamenti. Ecco allora il legame con D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, Rete nazionale antiviolenza che, presente in tutta Italia con ottantadue organizzazioni che gestiscono oltre 106 Centri antiviolenza e circa 62 Case rifugio - in caso di bisogno, www.direcontrolaviolenza.it - ogni anno accoglie più di ventimila donne.

IL MESSAGGIO

Saugella, che da quarant’anni sostiene il benessere intimo delle donne, dunque, continua a identificarsi nel concept “Femminile Singolare”, che mira a contrastare ogni stereotipo, scardinare tabù, celebrare l’unicità di ogni donna. E ora, scende in campo anche contro la violenza, impegnandosi nel sostegno concreto e nella sensibilizzazione. Così, per invitare a rompere il silenzio che copre molti abusi, la campagna Saugella include volti noti, come Rossella Fiamingo, prima medaglia olimpica individuale nella storia della spada femminile italiana. «Ogni mattina ci prepariamo e camminiamo con la fierezza di essere libere da pregiudizi - afferma la campionessa nel videomessaggio ad hoc - Nessun gesto e nessuna parola deve farci sentire costrette. Parole che a volte ci confondono e ci fanno sentire sbagliate ma oggi mi sento più libera e con me, altre donne sapranno di non essere sole e di potersi sentire protette, perché insieme possiamo fare molto». A dare la misura dell’emergenza sono i numeri della violenza domestica. In Italia, stando ai dati Istat, il 31,5% delle donne ha subito nel corso della vita: fisica o psicologica, non di rado entrambe. Dal primo gennaio ad oggi, sono state novantasette le donne uccise: ottantaquattro in ambito familiare e affettivo, cinquanta dal partner o dall’ex. Soltanto nel primo trimestre di quest’anno, secondo quanto documentato dall’Istat, sono state quasi ottomila, precisamente 7814, le chiamate al 1522, numero nazionale gratuito antiviolenza e stalking, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Non solo. A fronte della riscontrata diminuzione del numero di casi, si registra un aumento della brutalità. Nel 61 per cento delle chiamate, le vittime hanno dichiarato di subire violenze da più anni. L’anno precedente, a farlo era stato il 53 per cento delle vittime. E il 68,9 per cento delle donne che si sono rivolte al 1522 ha denunciato più tipologie di violenza. Un dramma diffuso e grandemente sommerso. A ribadire l’importanza di essere “insieme” - parola chiave della campagna - nella lotta alla violenza di genere, Saugella lancia anche una sorta di “convocazione” social, invitando tutte le donne a condividere storie o post, ritraendosi con un’amica, usando hashtag #insiemealledonne e tag @saugella e @direcontrolaviolenza. Scatto dopo scatto, in una sorta di invasione gentile del web, le condivisioni moltiplicheranno gli effetti della campagna, rendendola virale e sempre più vicina a tutte le donne, ad ogni età. «Ci viene chiesto di decidere se essere forti o gentili - dice Rossella Fiamingo - ma io so che possiamo essere entrambe».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA