Il medico Elena Andretta: «Bene l'attenzione per la disabilità. Ora però un piano per il rispetto e la vera inclusione»

Mercoledì 24 Febbraio 2021 di Nicoletta Cozza
GettyImages

Se Erika Stefani la invitasse a bere un caffè, non avrebbe dubbi su cosa chiederle. La prima domanda per il Ministro della disabilità ce l’ha sulla punta della lingua e dentro al cuore: cosa intenda fare per migliorare il livello civico delle persone nei confronti di chi ha un handicap. D’altro canto i “titoli” per formulare l’istanza li avrebbe tutti, visto che ha sposato un giornalista in carrozzina, paralizzato dopo un incidente in moto,...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 06:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA