I giovani di Altaroma tornano in passerella, successo digital da 20mila presenze. Il Dg Adriano Franchi: «Non potevamo fermarci ora»

Venerdì 18 Settembre 2020
Video
Si è conclusa con successo l'edizione estiva della Roma Fashion Week, organizzata da Altaroma negli spazi di Palazzo Brancaccio.

Realizzata grazie al sostegno dei Soci (Camera di Commercio di Roma, Regione Lazio, Risorse per Roma, Città metropolitana di Roma Capitale), al supporto determinante del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di ICE - Agenzia, si è svolta quella che ormai è considerata la manifestazione dedicata alla moda indipendente e ai talenti emergenti del Made in Italy. Il processo di riposizionamento portato avanti negli ultimi anni ha consentito ad Altaroma di affermarsi come l’istituzione italiana della moda dedicata a studenti, designer emergenti e giovani talenti, offrendo loro una rete di opportunità e visibilità in stretta connessione con le principali manifestazioni italiane e internazionali.

Buon successo di pubblico per il primo evento romano nell’epoca del Covid-19, nonostante l’emergenza sanitaria in corso abbia indotto la manifestazione a svolgersi dal vivo per un numero ristretto di operatori del settore, tuttavia per la prima volta il pubblico di tutto il mondo ha potuto seguire gli eventi del calendario in live streaming, attraverso la nuova piattaforma di Altaroma Digital Runway, che ha totalizzato collegamenti con circa 20.000 utenti unici nel corso della tre giorni.

Tra i progetti di maggior successo, Showcase Roma, giunto alla sesta edizione e diventato un punto fermo della manifestazione, che ha visto esporre 68 designer.

Da questo contenitore, oltre che dal progetto Who Is On Next?, provengono molti dei brand di successo che hanno avuto l'occasione di sfilare in monografiche o collettive, come Rome is My Runway, format di produzione Altaroma per promuovere in passarella i brand selezionati su territorio nazionale e che si sono fatti notare attraverso altri progetti della Società.

«Non potevamo fermarci in un momento così difficile - dichiara Adriano Franchi, direttore generale di Altaroma - il nostro target di riferimento è stato colpito in quelle risorse che sono spesso limitate e che derivano a loro volta dalle vendite che sono mancate nei mesi scorsi e che servono per i ragazzi, per i brand, per investire su strumenti per la loro crescita e la loro promozione».

di Ilaria Del Prete - video Davide Fracassi/Ag.Toiati Ultimo aggiornamento: 12:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA