Volti nuovi e riconferme: la carica dei candidati al Consiglio comunale

L'aula consiliare di Palazzo Carafa
Tra poche ore scatterà il countdown per la presentazione delle liste che supporteranno i cinque candidati in corsa per la poltrona di sindaco a Palazzo Carafa. Tra poco più di 10 giorni - il termine è fissato al 26 aprile - si conosceranno tutti i nomi dei circa mille (forse anche meno) aspiranti consiglieri.

Si lavora, senza sosta, in queste ore alla definizione delle liste - alcune già abbondantemente chiuse, altre ancora da definire - mentre le prime presentazioni ufficiali hanno già determinato le prime “squadre”. Per un totale (probabile) di 27 liste.

Il Partito democratico, in occasione dell’inaugurazione del comitato elettorale di venerdì scorso, ha svelato i nomi della squadra in campo a sostegno di Carlo Salvemini candidato sindaco del centrosinistra. Al momento manca ancora un candidato: i Dem si fermano a quota 31 aspiranti consiglieri (in queste ore potrebbe definirsi la lista). Mentre sabato prossimo toccherà a Lecce Città Pubblica, lista del candidato sindaco Salvemini, presentare la squadra in campo. L’appuntamento è alle 11.45 in via Argento.

Saranno otto le liste in campo a sostegno di Salvemini, candidato della coalizione progressista, civica e moderata: la maggior parte civiche tranne il Pd e l’Udc. Volti nuovi - professionisti, imprenditori, medici, commercianti, presidenti di associazioni - prestati alla politica per costruire squadre forti e vincenti alle urne del prossimi 26 maggio. La squadra “progressista” voluta da Giuseppe Fornari e Nico Barletti si chiama Civica. Una lista composta «da profili competitivi, risorse straordinarie per la città - ha commentato Fornari - e con tante personalità del mondo della cultura, delle professioni, di giovani, personalità del mondo del lavoro, del sociale e rappresenta uno spaccato di un movimento politico progressista» che saprà, dicono i coordinatori, farsi valere il prossimo 26 maggio.

Tra i volti nuovi ci saranno Francesca Russo, educatrice teatrale e operatrice culturale; Flora Giurgola detta Flo, praticante avvocato; Valeria Dell’Anna, bibliotecaria; Fabio Congedo, archeologo, guida e accompagnatore turistico; Mauro Marino, giornalista e fondatore del Fondo Verri.

In attesa della conferenza Lecce Città Pubblica presenta i propri candidati anche sulla sua pagina facebook. E tra volti nuovi e grandi ritorni, spunta il nome anche dell’architetto Silvia Scoditti, figlia dell’ex direttore generale Asl Lecce, Guido Scoditti. In campo anche Dominique Sara Presicce, giovane insegnante. Anche Coscienza Civica-Ideazione, lista a supporto di Salvemini (e legata ad Alessandro Delli Noci) punta su un «gruppo di professionisti, anche socialmente impegnati che silenziosamente operano a favore delle fasce più deboli della comunità. È una squadra molto omogenea - commenta Francesco Marti, coordinatore della lista - in cui ci sono almeno una decina di candidati che possono ragionevolmente aspirare ad un posto in consiglio comunale». Tra i nomi in campo Giovanna Bino, ispettore archivistico onorario Mibac; Maria Giulia Pensa, addetta ai servizi di assistenza alla clientela; Antonio De Matteis, ingegnere esperto nel settoreedile; Marcello Martino, medico di base; Valeria Balzani, psicologa-clinica e titolare di una scuola di danza, impegnata nel sociale.

E poi c’è «Sveglia Lecce, la lista del Movimento Civico di Alessandro Delli Noci con la storia più lunga - commenta il coordinatore Raffaele Pinto - e che tiene insieme giovani professionisti, imprenditori, donne e uomini che rappresentano volti nuovi della politica leccese impegnati in un progetto di città per rendere Lecce più accessibile, abbattendo ogni barriera economica, sociale, architettonica». Tra i volti nuovi Guido Scopece, psicologo del lavoro e psicoterapeuta, da anni nella gestione di progetti europei per il sociale; Alessandra Serrano, consulente di una società di telecomunicazioni; Paolo Fortunato, commercialista e piccolo imprenditore; Chiara D’Errico, laureata in giurisprudenza e imprenditrice. A sostegno di Salvemini ci saranno anche Popolari Nel Cuore (Udc), Puglia Popolare e Noi per Lecce.

Saranno dieci (forse 11) invece le liste a sostegno del candidato del centrodestra Saverio Congedo: Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Direzione Italia (lista unica), Andare Oltre, la lista del sindaco Congedo, Lecce Città del Mondo (lista legata a Paolo Perrone), Prima Lecce, L’altra Italia, Sentire Civico, Casapound e Movimento in Libertà (con la squadra di Luca Russo). E già iniziano a filtrare i primi nomi della lista del sindaco.

In campo ci saranno Valentina Margiotta, ingegnere; Dario Ostuni architetto; Andrea Pasquino, funzionario di Unisalento. Anche Prima Lecce (lista del senatore leghista Roberto Marti) è pronta a scendere in campo con Vittorio Malcangi, responsabile amministrativo di aziende private, alla prima esperienza politica; Francesca Lubelli, imprenditrice e coordinatrice della lista; Igor Napolitano, Emanuela De Giorgi e Luisella Fracasso.

«Stiamo puntando ad essere i primi», ha commentato Antonio Finamore, capogruppo uscente a Palazzo Carafa. Filtra qualche nome anche per Lecce Città del Mondo di cui dovrebbero far parte Giorgio Pala, consigliere uscente; Maria Berenati amministratrice di condominio; il già consigliere Walter Liaci, avvocato; Monica Taveri, operatrice culturale; Paolo Capano, delegato Coni; Marinella Airoldi, imprenditrice.

Sei invece le liste annunciate dalla senatrice Adriana Poli Bortone: quella del candidato sindaco in cui confluiranno candidati di Alleanza Salentina e Azzurro Popolare, Movimento Popolare Leccese, Movimento Fiamma Tricolore, Io Sud, Giovane Lecce e Movimento Regione Salento. Nella lista del sindaco si candiderà Daria Vernaleone, da poco nominata coordinatore cittadino di Alleanza Salentina con delega alle marine. Antonio Lamosa e il suo Mpl schiera Valentina Grasso, praticante consulente del lavoro; Gianfranco Caligiuri, fotografo; Vittoria Mele, casalinga; Gianluca Capone, geometra residente a San Cataldo.

Una sola lista sosterrà il candidato del Movimento 5 Stelle, Arturo Baglivo, che è stato il primo a presentare la squadra. In campo Francesco Marra, maresciallo capo in ruolo d’onore dell’Esercito; Anna Murolo, attrice-regista e produttrice cinematografica; Franco Errico, ex dipendente fiat, pensionato e Francesco Memmola, consulente ipotecario presso studi legali e notarili.

Una lista anche per Mario Fiorella, candidato sindaco di Sinistra Comune. Per l’ex magistrato una lista che metterà insieme diverse rappresentanze di da Lecce Bene Comune, Sinistra Italia, (Mdp-Articolo 1, forse), Rifondazione Comunista e Partito dei Comunisti Italiani. Della lista faranno parte Renato Vernaleone, presidente di Lecce Bene Comune; Carlo Seclì, studente universitario; Nando Carrozzo, commerciante; Massimo Melillo, giornalista; Raffaella Ferraro, avvocato; Francesco Colaci, dirigente giovani di Prc e coordinatore di Lecce Bene Comune; Manuel Buccarella, bancario; Luca Ruberti, già candidato sindaco nel 2017.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 15 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 08:15