Violenta una 15enne in una struttura turistica a Gallipoli: «Stai zitta, sono un uomo d'onore»

Martedì 20 Aprile 2021 di Erasmo MARINAZZO

Ubriacata con sei bicchieri di tequila. Soggiogata ed intimorita dopo averle riempito la testa di racconti dei suoi trascorsi mafiosi fatti di atti di prepotenza, di omicidi, di onore e di rispetto. Per farle credere di essere il suo protettore, di essere la persona che l’avrebbe inserita nella vita ancora meglio dei suoi genitori. L’uomo che una notte dei primi giorni di agosto - questa l’accusa che l’ha fatto finire in carcere - la violentò...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 16:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA