Vernacolo protagonista a Tuglie: ecco i vincitori del concorso nazionale "Silvana Mottura"

La premiazione. Al centro la vincitrice Gabriella Vantaggio
La premiazione. Al centro la vincitrice Gabriella Vantaggio
4 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Settembre 2022, 19:53 - Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 17:16

Si è concluso a Tuglie, con una bella cerimonia di premiazione ospitata sul terrazzo della Biblioteca comunale, il Concorso nazionale di poesia dialettale dedicato alla memoria di Silvana Mottura, dedicato alla compianta poetessa e maestra che ha insegnato anche a Tuglie e giunto alla sua quarta edizione. 

Il concorso


Il concorso è stato istituito dalla Famiglia Campa-Mottura, gode del patrocinio dell'Università del Salento ed è teso alla valorizzazione del patrimonio culturale espresso mediante le lingue dialettali. Ed è andata proprio così: decine e decine le poesie che sono state sottoposte al vaglio della giuria che mai come quest'anno - è stato sottolineato nel corso della cerimonia - ha avuto difficoltà a scegliere, vista l'elevata qualità dei componimenti in concorso. Un premio, il "Mottura", che cresce ogni anno di più. Un segno inequivocabile del fatto che il dialetto non è destinato a scomparire, ma è un patrimonio intangibile da custodire e valorizzare, proprio come fanno manifestazioni di questo calibro.

Questi i vincitori

Il primo premio è andato a Gabriella Vantaggio di Alezio, con le poesie "Sfacciatamente Pitta" e "Nostalgia". Queste le motivazioni: «Negli elaborati si riscontra notevole versatilità che spazia dall'ironica ed originale personificazione degli ingredienti della "pitta" ai melanconici quadretti campagnoli de "Li Foggi" che ci raccontano una civiltà contadina ormai in dissolvenza». 

Secondo posto a Cosimo Renna di Racale, terzo posto ex aequo a Giuseppina Agrosì di Maglie e Gerardo Strippoli di Corato, in provincia di Bari. I vincitori hanno ottenuto rispettivamente un assegno di 500, 300 e 200 euro, oltre che la gioia e l'emozione di leggere le loro opere sul palco e di condividere le loro emozioni con i presenti.

Le menzioni speciali

Cinque le menzioni speciali andate a Carmelo Scorrano, Pina Petracca, Isabella Felline, Franco Melissano e Francesco Palermo. Finalisti segnalati: Giorgio Tricarico di Tuglie, Giovanna Larosa di Bari, Luigi Liaci di Sannicola, Michele Sabato di Surano, Lucio Fiera di Lecce, Lucio Chetta di Gallipoli e Antonella Garzia di Tuglie.

La borsa di studio

Al concorso è abbinata anche una borsa di studio da 300 euro ciascuno per gli studenti delle prime, seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado di Tuglie. In più, quest'anno,la famiglia Campa-Mottura ha istituito un’ulteriore borsa di studio da 300 euro dedicata alla memoria di Maria Laura Colloca, giovane studiosa dedita alla poesia e alla musica. 

L'organizzazione

Il concorso è stato organizzato e promosso dalla famiglia Campa-Mottura, nelle persone di Giuseppe e Massimo Campa, con il patrocinio dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Stamerra, dell'assessorato alla Cultura retto da Silvia Romano, della Biblioteca comunale “Fiore Tommaso Gnoni” di Tuglie, dell’Istituto Comprensivo di Collepasso-Tuglie diretto da Maria Francesca Conte, del Servizio Civile Nazionale, degli operatori volontari de “La Compagnia del Libro”. Responsabili del progetto Arianna Stefanelli ed Antonio Rima, direttore della biblioteca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA