Veglie, picchia l'impiegato delle poste e cerca di rubare 5mila euro: arrestato

Mercoledì 2 Giugno 2021 di Francesco DE PASCALIS

Tenta un'insolita e per certi versi originale rapina senza armi, all'ufficio postale del suo paese di residenza, che finisce per l'ennesima volta male e con le manette ai polsi.
Vito Frisenda 24enne di Veglie con precedenti per lo stesso reato, ha tentato in ogni modo di impossessarsi di una mazzetta di circa 5mila euro, che l’impiegato delle poste stava depositando in cassaforte. È in quel momento che nel giovane è scattata sicuramente l'idea dell'atto criminoso. Così dopo aver fatto il giro del bancone, lasciando basiti i clienti in coda, ha affrontato di petto il funzionario. Un pugno forte  in pieno volto che ha procurato allo sfortunato dipendente una ferita ad un occhio, ma che ha anche scatenato la reazione veemente dei clienti e dipendenti che fattisi coraggio e forza a vicenda, hanno bloccato Frisenda non lasciandogli via d’uscita.        

La dinamica


Il fatto di cronaca è accaduto nel primo pomeriggio, poco prima delle 15, con protagonista il giovane pregiudicato vegliese, volto ben noto alle forze dell'ordine nonostante avesse il volto coperto da una mascherina anti-Covid. Dopo l'aggressione improvvisa al dipendente Friends è stato placcato da almeno quattro altre persone, non riuscendo così a varcare la soglia e fuggire. Intanto, il direttore della filiale aveva già chiamato i carabinieri che, dalla stazione locale, sono arrivati in pochi istanti. Subito dopo, anche i colleghi della sezione radiomobile di Campi Salentina.
I militari hanno quindi arrestato l'uomo e provveduto ad acquisire i filmati dell'ufficio postale vegliese e le testimonianze dei presenti. nel frattempo il magistrato di turno, ha disposto l'arresto per il rapinatore. L'impiegato è stato visitato al pronto soccorso per la ferita subita, medicata e giudicata guaribile in dieci giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA