Veglie, un nuovo autovelox mobile sulla strada per Porto Cesareo

Uno degli incidenti stradali sulla circonvallazione di Veglie
Uno degli incidenti stradali sulla circonvallazione di Veglie
di Francesco DE PASCALIS
4 Minuti di Lettura
Martedì 9 Agosto 2022, 17:55 - Ultimo aggiornamento: 10 Agosto, 07:07

Nuovo autovelox a postazione mobile sulla circonvallazione di Veglie, arteria fondamentale e ad alta intensità veicolare, che fa da snodo tra i principali comuni nord-slalentini e la città turistica di Porto Cesareo.

Si parte venerdì 12 

«Nel mese di agosto, a partire da venerdì 12, su espressa direttiva dell’amministrazione comunale vegliese guidata dal sindaco Claudio Paladini, sarà attivato il servizio di rilevazione della velocità sulla circonvallazione provinciale di Veglie (SP 370) con dispositivo mobile posizionato al Km 6 in direzione della SP 110, nel cui tratto non vi è l’obbligo per la polizia locale di effettuare il fermo del veicolo - in deroga al principio generale della contestazione immediata della violazione - trattandosi di strada ad elevato tasso di pericolosità riconosciuto con decreto del prefetto di Lecce». A comunicarlo nelle scorse ore, è stato il  l comandante della Polizia locale di Veglie dottor Massimiliano Leo, che ha chiarito anche le diverse motivazioni alla base della scelta.

Troppi incidenti stradali 

"Si sa che le cause degli incidenti stradali sono diverse - spiega il comandante Leo - errato comportamento alla guida, eccesso di velocità, senza contare l’assunzione di alcol o sostanze stupefacenti. E pur chiaro, dati alla mano, che gli autori di queste condotte illecite, attraverso un estemporaneo comportamento irresponsabile, possono trasformare un mezzo di locomozione in un micidiale strumento di morte. L’obiettivo pertanto  - rimarca il massimo responsabile della polizia locale - è quello di garantire la tutela della sicurezza stradale per il contrasto dell’eccesso di velocità al fine di  ridurre il numero di vittime e incidenti che purtroppo si ripropongono puntualmente nel periodo estivo». Va precisato infatti che secondo gli studiosi della sicurezza stradale gli incidenti gravi non possono essere azzerati, poiché  le variabili dei rischi connessi alla circolazione veicolare sarebbero infinite ed imponderabili; per questa ragione si parla di politica di  'riduzione del rischio', sebbene vi è chi non intende affermare, almeno in teoria, l'ipotesi di un ‘rischio accettabile’ soprattutto se si tratta di spese di vite umane, auspicando una efficace politica di prevenzione della sicurezza stradale volta ad eliminare completamente ogni previsione di perdita di vite umane. Ma la realtà di ogni giorno, purtroppo dati alla mano, smentisce quest’ultima aspettativa.

L'invito a osservare i limiti di velocità

"L’invito è sempre quello di osservare i limiti di velocità, tenere la distanza di sicurezza dagli altri veicoli; circolare in prossimità del margine destro della carreggiata (e non al centro strada, magari distratti da discussioni con i passeggeri o al cellulare) - conclude Leo - ed evitare sorpassi azzardati in prossimità di curve, dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità, nonché usare sempre la massima prudenza in corrispondenza delle intersezioni stradali, tenendo conto che guidare sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti significa mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri".Detto questo non resta che fare attenzione e limitare l'andatura per non incorrere in multe salute e perdita di punti sulla patente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA