«Van Gogh tagliò l'orecchio a Gauguin», l'incredibile svista su un libro di scuola

«Van Gogh tagliò l'orecchio a Gauguin», l'incredibile svista su un libro di scuola
Incredibile svista in un libro di storia dell’arte di terza media: secondo la ricostruzione infatti il pittore Vincent Van Gogh amputò il lobo dell’orecchio di Paul Gauguin.
Che i due abbiamo convissuto per un periodo e che il sodalizio artistico conobbe alcuni picchi di malessere non è un segreto, anzi sull'argomento esistono varie ricostruzioni. Così come la Storia dell'arte e anche il Cinema si sono a lungo occupati della controversa figura di Vincent Van Gogh, geniale e iperproduttivo quanto psichicamente instabile, tanto da finire i suoi giorni in un istituto di cura. Sull'episodio del taglio dell'orecchio, poi, esistono varie versioni: la più diffusa è che il genio dell'impressionismo se lo amputò in un momento di rabbia e disperazione. Ma esiste anche una ricostruzione storica che indica Gauguin come l'autore del ferimento, durante un alterco particolarmente violento tra i due artisti.
Sul testo scolastico ("Arte e Immagine” RCS Fabbri editori), però, i protagonisti della storia vengono addirittura invertiti e nonostante nelle molte raffigurazioni del pittore olandese, anche sui cartelloni cinematografici del recente film a lui dedicato, venga ritratto con una vistosa benda sull'orecchio destro, sul libro il ferito diventa Gauguin.
A denunciare la svista è stato un genitore di Calimera, in provincia di Lecce, che ha postato l'incredibile passaggio sul libro di testo della figlia scatenando molti commenti tra l'ironico e l'idignato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 22 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 23-01-2019 10:01