Ecco l'uovo dal guscio bicolore: la perfezione della natura nell'allevamento del Salento

Ecco l'uovo dal guscio bicolore: la perfezione della natura nell'allevamento del Salento
di Maria DE GIOVANNI
2 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Gennaio 2023, 19:29 - Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 06:40

Un uovo dal guscio bicolore: quasi fosse disegnato alla perfezione. Tagliato a metà in maniera naturale, mezzo marroncino classico colore delle uova, mezzo bianco. La scoperta in un allevamento di Martano, comune in provincia di Lecce. 

La scoperta nell'allevamento salentino

A raccontare la storia davvero singolare è la proprietaria, la signora Tommasa: «Ci trovavamo vicino al nastro dove passano tutte le uova che poi vengono controllate e in seguito confezionate quando ci siamo accorti di un uovo diverso con questi due colori accoppiati perfettamente come se fosse stato disegnato» unica anomalia, perché il resto l'uovo aveva la stessa dimensione delle altre. «Abbiamo questo allevamento da cinquanta anni e non ci era mai accaduta una cosa del genere, sicuramente abbiamo avuto uova più grandi del normale, oppure con due tuorli all’interno, ma un uovo così mai avuto».

La sorpresa nel vedere l’uovo bicolore a lentiggini è stata di tutta la famiglia che conduce l’Azienza Pizzovo, Luigi il papà, i due figli Daniela e Alessandro che con mamma Tommasa hanno cominciato anche a fare delle ricerche su internet, per capire se poteva essere davvero un fenomeno da Guinness dei primati, e infatti hanno scoperto che un altro uovo simile era stato covato in Inghilterra nel 2016. Un evento davvero strano, nel grandissimo allevamento Pizzovo che si trova sulla strada per andare a Calimera , dove curiosi sicuramente vorranno vedere da vicino l’uovo bicolore.

  Mentre sul nastro le uova continuano a scorrere velocemente, con molta più attenzione, la signora Tommasa guarda attentamente ogni uovo perché «non si può mai sapere, che le galline non ne possano fare altri uguali a quello, anche se fino ad adesso è l’unico uovo bicolore, che noi comunque teniamo in un apposito contenitore per proteggerlo e preservarlo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA