Lite con sparatoria nella notte, minacciati anche i carabinieri

Lite con sparatoria nella notte, minacciati anche i carabinieri
Un'aggressione tra connazionali finita con una sparatoria ieri sera a Torre San Giovanni, marina di Ugento dove due cittadini bulgari hanno iniziato prima a picchiarsi e poi uno dei due ha esploso colpi di pistola contro l'altro ferendolo al bacino. 
Un 33enne bulgaro domiciliato a Melissano, Geogev Martin Asenov, è stato arrestato nel cuore della notte dai carabinieri di Casarano che gli davano la caccia dopo essere intervenuti in soccorso del connazionale ferito. 
L'allarme è scattato alle 22.30 circa quando una donna, la moglie dell'uomo ferito, ha chiamato il 112 per denunciare l'accaduto: all'arrivo in casa della coppia nella marina di Ugento i militari hanno verificato che l'uomo, un 28enne, era stato percosso e presentava una ferita da arma da fuoco all’altezza del lato sinistro del bacino.
L'uomo è stato condotto d'urgenza presso l'ospedale di Casarano e dopo alcune ore è stato identificato e raggiunto il suo aggressore. Il 33enne è stato fermato nei pressi della sua abitazione e per sfuggire ai carabinieri ha estratto l'arma, una pistola Franchi con matricola abrasa, tentando di usarla anche contro di loro. 
Per fortuna non è riuscito nell'intento e, dopo essere stato bloccato e arrestato, è stato condotto in carcere. Indagini sono ancora in corso per verificare il movente della violenta aggressione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 22 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 11:42