Il Riesame rigetta: restano ancora in carcere i fratelli Cariddi

Il Riesame rigetta: restano ancora in carcere i fratelli Cariddi
di Roberta GRASSI
2 Minuti di Lettura
Martedì 22 Novembre 2022, 20:14

Anche il Tribunale del Riesame di Lecce ha negato i domiciliari ai fratelli Luciano e Pierpaolo Cariddi, entrambi ex sindaci di Otranto in carcere dallo scorso 12 settembre nell’ambito di una inchiesta in cui sono contestate ipotesi di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione. Il cosiddetto “sistema Otranto”, un presunto giro di favori a imprenditori in cambio di consenso elettorale. 

La vicenda

I due indagati, per il tramite degli avvocati Gianluca D’Oria, Alessandro Dello Russo, Michele Laforgia e Viola Messa, avevano invocato l’attenuazione della misura già dopo l’interrogatorio reso a fine ottobre al procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone e al pm Giorgia Villa. Il gip, Cinzia Vergine, aveva opposto un rigetto. Si riteneva, tra le altre cose, che il contributo offerto con le proprie dichiarazioni non fosse soddisfacente per ritenere non più sussistenti le esigenze cautelari. Non essendovi stata, in sostanza, alcuna forma di ravvedimento. Il rigetto è stato poi impugnato al Riesame e ieri si è discusso l’appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA