Tragedia in casa: bimbo di tre mesi muore soffocato

Tragedia in casa: bimbo di tre mesi muore soffocato
Aveva solo tre mesi di età ed è morto soffocato nonostante i disperati tentativi di rianimarlo attuati dapprima dal padre, poi dai medici del Pronto soccorso del "Vito Fazzi" di Lecce. La tragedia è avvenuta nel primo pomeriggio. Il piccolo, figlio di una giovane coppia di genitori di San Donato, è arrivato intorno alle 14.30 al posto di primo intervento dell'ospedale leccese. Non respirava e il cuoricino non batteva più, ma nonostante questo i medici hanno fatto di tutto per cercare di riportare il bambino in vita.
Lo hanno sottoposto ad aspirazione per liberargli le vie respiratorie, poi hanno praticato il massaggio cardiaco su quel piccolo corpicino per quasi mezz'ora, ma tutto è stato inutile.
Un dramma che si è svolto sotto gli occhi dei genitori del bambino, che in auto lo avevano portato a Lecce con una corsa disperata, dopo che non avevano dato esito i tentativi del papà di rianimare il figlioletto, non appena in casa si erano accorti che non riusciva più a respirare.
Alla fine il medico di turno al Pronto soccorso del "Fazzi" ha deciso di inviare, con la notizia della morte del bimbo, anche il referto al magistrato di turno. Sarà lui a decidere se disporre o meno gli accertamenti necessari per stabilire quale sia stata l'esatta causa del decesso del piccolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 13 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2016 09:43